{
area-riservata-farmacie-salute-che-fare
Mediasalus-www.salutechefare.it
 

SALUTE CHE FARE  

Testata Giornalistica on-line
Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
salute-che-fare-trova-lo-specialista-più-vicinosalute-che-fare-consigli-per-tutta-la-famiglia.jpegsalute-che-fare-it-servizi-medici-farmaciesalute-che-fare-servizi-farmaciasalute-che-fare-trova-lo-specialista-più-vicino

"SALUTE CHE FARE"

 

La Testata Giornalistica al servizio della tua salute

MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

PEDIATRIA E ADOLESCENTOLOGIA

ADOLESCENTOLOGIA

{

ALLERGOLOGIA

La tosse nel bambino

La tosse non è una malattia, ma può esserne un sintomo.
Non si deve aver paura della tosse che rappresenta un meccanismo di difesa dell’organismo con l’obiettivo di eliminare tutto il materiale potenzialmente nocivo penetrato nelle vie respiratorie, dai virus fino ai corpi estranei. Senza la tosse tutti questi agenti patogeni potrebbero arrivare ai polmoni determinando malattie serie. Per tali ragioni la tosse non va eliminata, cioè sedata con i farmaci. Non si deve nemmeno avere paura che la tosse sia il sintomo di una malattia grave: infatti gli “interruttori” che la possono “accendere” si trovano solo nel primo tratto delle vie respiratorie e non nei polmoni. La tosse, nella quasi totalità dei casi, è provocata da motivi banali, come le infezioni delle prime vie aeree, o anche semplici irritazioni come il fumo o l’aria eccessivamente secca. È perciò inevitabile che un bambino accusi la tosse un certo di numero di giorni o di settimane ogni anno, spesso anche ogni mese, soprattutto quando frequenta l’asilo o ha fratelli, perché avrà una maggior probabilità di respirare virus responsabili di infezioni respiratorie.
 
I CONSIGLI DEL PEDIATRA
 
bere molto: le bevande decongestionano le vie respiratorie e aiutano il muco a sciogliersi, infatti l’acqua è il più potente mucolitico esistente in natura. È bene scegliere sempre le bevande che il bambino gradisce maggiormente, così sarà più invogliato a berle. Quando è possibile, diamogli anche quelle calde come latte, tè, camomilla. È bene, invece, non forzarlo a bere o a mangiare controvoglia, perché la tosse potrebbe stimolare il riflesso del vomito.
 
Umidificare l’aria: spesso la tosse è provocata dall’aria eccessivamente secca, che “asciuga” il muco e questo accade soprattutto quando è acceso il riscaldamento. Per questo è bene tenere sopra i radiatori due asciugamani di spugna bagnati, che naturalmente andranno sostituiti quando diventano asciutti. Si possono usare anche gli appositi vaporizzatori elettrici che si acquistano nei supermercati, facendo particolare attenzione a non sciogliere nell’acqua prodotti profumati o balsamici, perché gli odori potrebbero aggravare la tosse
 
Non fumare in casa, perché il fumo irrita le vie respiratorie.
 
 
Pubblicato il 12/01/2015
A cura del Dr. Italo Farnetani
Pediatra e Giornalista
 
 
 
 

INFETTIVOLOGIA

MALATTIE INVERNALI

MALATTIE GASTROINTESTINALI

DERMATOLOGIA PEDIATRICA 

Create a website