SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

LdF2018copia

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

ALIMENTAZIONE

CONOSCERE GLI ALIMENTI

colori-alimenti-vegetali-benefici-salute
Significato nutrizionale dei colori nei vegetali
Frutta e verdura sono tra gli alimenti più importanti della nutrizione umana per il loro apporto di vitamine, sali minerali come sodio, potassio, calcio, ferro e magnesio, antiossidanti e sostanze epigenetiche, capaci cioè di interagire direttamente con l’espressione dei nostri geni.
Tali alimenti contengono grandi concentrazione d'acqua, pochi zuccheri e moltissime fibre che possono aiutarci nella regolazione della funzione intestinale. Non a tutti è noto che hanno proprietà differenti, a seconda del loro diverso colore, e su questo concentriamo ora la nostra attenzione.
 
Incominciamo dalla frutta e verdura di COLORE VERDE, come asparagi, basilico, biete, broccoli, carciofi, kiwi e così via. Tali alimenti contengono clorofilla e polifenoli, entrambi potenti antiossidanti capaci di impedire e prevenire l’ossidazione di grassi, proteine e acidi nucleici del nostro DNA causata dagli ormai noti radicali liberi, responsabili di invecchiamento precoce oltre che di malattie neurologiche e cardiovascolari.  
 
  • Questi vegetali sono particolarmente ricchi di magnesio, un minerale molto importante che favorisce il metabolismo di carboidrati e proteine, stimola l’assorbimento di altri minerali, regola la pressione del circolo arterioso e la trasmissione dell’impulso nervoso.

 

  • Gli ortaggi a foglia verde rappresentano una fonte importante di acido folico e di folati, utili nella prevenzione dell’aterosclerosi e nella riduzione del rischio di incompleta chiusura del canale vertebrale del feto (spina bifida) durante la gravidanza. 

 

  • Alcuni poi sono molto ricchi di vitamina C (per esempio kiwi, broccoli e prezzemolo), che favorisce l’assorbimento di ferro vegetale e la produzione del collagene.

Colore GIALLO E ARANCIO
Albicocca, ananas, arancia, mandarino sono simbolo della presenza di flavonoidi e carotenoidi, che aiutano a prevenire le patologie cardiovascolari e l’invecchiamento cellulare, potenziando anche la vista, la crescita, la riproduzione, il mantenimento dei tessuti e le funzioni immunitarie. Anche questi vegetali contengono vitamina C. Infine, sono presenti le antocianine, caratterizzate da un’azione antinfiammatoria, utili nella prevenzione della fragilità capillare oltre che nella riduzione di elevati livelli di colesterolo nel sangue. 
 
Veniamo infine al colore ROSSO di arance, melograno, fragole. Nel colore ROSSO rientrano la frutta e la verdura ricche di licopene, ancora vitamina C e nuovamente antocianine.
 
  • Il licopene, contenuto soprattutto nel pomodoro e nell’anguria, sembra avere un ruolo nella prevenzione dei tumori del seno e dell’ovaio nelle donne e del carcinoma della prostata negli uomini.

Vediamo, ora, i vegetali di colore BLU-VIOLA come mirtillo, mora, uva, broccolo viola, melanzana.
 
  • Sono amici della vista, della circolazione e della corretta funzione urinaria per la presenza di carotenoidi, antocianine e resveratrolo.

Infine per ultimi, ma non per questo meno importanti, vediamo le proprietà degli alimenti vegetali di colore BIANCO: banana, mela, pera e cavolfiore, contenenti selenio e composti solforati rinforzanti il tessuto osseo e i polmoni. L’ allisolfuro presente in aglio, cipolle e porri rende poi il sangue più fluido e meno incline alla formazione di trombi. 
 
Sono numerose, dunque, le buone ragioni per consumare quotidianamente frutta e verdura – ALMENO CINQUE PORZIONI – come raccomanda l’Istituto nazionale di ricerca per gli alimenti e la nutrizione (Inran).
 
 
A cura della Dr.ssa Emanuela Bandieri - Biologa Nutrizionista
Pubblicato il 08/06/2015
 

CONTROLLO

DEL PESO

STEATOSI EPATICA

stare-sani-informarsi-per-decidere-
Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!