SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

DERMATOLOGIA

 

ACNE

{

 

MALATTIE DEI CAPELLI

Onicomicosi​

 

MALATTIE DELLA PELLE

L’onicomicosi è un’infezione provocata da funghi patogeni, soprattutto Trichophyton rubrum e Trichophyton mentagrophytes, che colpisce le unghie di mani e piedi.
L’onicomicosi può presentarsi come una macchia bianca o gialla sotto la punta di una o più unghie. Quando si diffonde può provocare ispessimento dell’unghia, margini irregolari, comparsa di macchie di colore scuro e opacità. Inoltre, se non curata può determinare dolore e cattivo odore e addirittura l’unghia infetta può anche staccarsi dal letto ungueale.
I funghi sono microrganismi che vivono in ambienti caldo-umidi come quelli delle docce e piscine e non hanno bisogno della luce solare per sopravvivere. Per questo motivo, le onicomicosi colpiscono maggiormente le unghie dei piedi, spesso chiuse nell’ambiente buio, caldo e umido delle scarpe.
Le onicomicosi colpiscono in prevalenza gli anziani, nei quali le unghie a causa dell’età crescono più lentamente e sono più ispessite. Anche il peggioramento della circolazione sanguigna e una maggiore esposizione ai microrganismi potrebbero negli anni contribuire all’insorgere dell’infezione negli anziani. Inoltre, tale infezione fungina si diffonda maggiormente nella popolazione mascule rispetto a quella femminile.
Altri fattori di rischio sono rappresentati da un’eccessiva sudorazione, dall’utilizzo di scarpe che limitano la traspirazione del piede e non assorbono il sudore, camminare scalzi in ambienti umidi come palestre, piscine, spogliatoi. Inoltre, possono giocare un ruolo significativo anche malattie come la psoriasi, il diabete e il piede d’atleta.
L’onicomicosi viene diagnosticata dal medico, dermatologo o podologo, anche grazie a test di laboratorio che analizzano i detriti prelevati dall’unghia identificando l’eventuale presenza del fungo. 
Questo tipo di micosi, spesso difficile da trattare, può rivelarsi anche molto dolorosa e causare danni permanenti; inoltre le recidive sono molto comuni. 
Per la cura sono disponibili diversi trattamenti:
smalto antimicotico a base di tioconazolo o amorolfina, consigliato per onicomicosi lieve o moderata
farmaci antimicotici per uso topico: creme o lozioni impiegate spesso in associazione a unguenti a base di urea 40% per favorirne l’assorbimento e alla terapia orale per rendere più efficace il trattamento
• farmaci antimicotici per via orale: vengono consigliati in particolare in presenza di diabete o dolore. La terapia ha una durata di 6-12 settimane, ma i risultati sono visibili quando l’unghia ricresce completamente
• intervento chirurgico: indicato nel caso di intenso dolore o se l’infezione è in fase molto avanzata. L’unghia viene rimossa e potrà impiegare anche un anno per ricrescere. 
 
Pubblicato il 26/10/2015

DERMATOLOGIA E CONSIGLI UTILI

INFEZIONI

Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!