Gli sponsor di Salute Che Fare
{
LdF2018copia
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

 

SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015 - Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

 
Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena
Tel. 059-8637125
E-mail info@salutechefare.it 
P.Iva 03535570364
 

EDUCAMI

Nutrizione in Farmacia

09/09/2019, 16:01

carne rossa, British Medical Journal, abitudini alimentari, insaccati,



Carne-Rossa-e-mortalità-precoce,-un-nuovo-studio


 Che la carne rossa, se consumata in grandi quantità, non faccia proprio benissimo era risaputo da tempo..



Che la carne rossa, se consumata in grandi quantità, non faccia proprio benissimo era risaputo da tempo. Una nuova ricerca pubblicata dal British Medical Journal approfondisce questo aspetto rivelando nuovi particolari finora ancora poco noti e sostiene che un cambiamento significativo nelle abitudini di consumo di questo tipo di alimento osservato su un ciclo di 8 anni può avere ripercussioni sul tasso di mortalità per gli 8 anni successivi. Ciò significa che se per 8 anni aumentiamo il consumo di carne rossa e insaccati, potremmo aumentare il rischio di mortalità precoce negli 8 anni successivi, al contrario, se per lo stesso periodo di tempo diminuiremo o elimineremo il consumo potremo beneficiare di un allungamento della vita pari allo stesso tempo negli 8 anni successivi.
Il rischio aumentato potrebbe dipendere dalla presenza, nelle carni rosse, di grassi saturi, colesterolo, ferro EME (legato all’emoglobina), conservanti e altre sostanze nocive che si sprigionano al momento della cottura, tutti elementi di disturbo alle attività cardiache e metaboliche. Inoltre, alcuni studi recenti hanno dimostrato che la carnitina, sostanza abbondante nelle carni rosse, sarebbe particolarmente importante ai fini del "nutrimento" di alcuni batteri intestinali pericolosi per il cuore, in quanto andrebbero a contribuire all’aumento del colesterolo "cattivo" e ai processi di infiammazione e occlusione delle arterie e di conseguenza al rischio di infarto. Di contro, sembrerebbe che una dieta povera di carni rosse ma ricca di pesce, pollame, frutta secca, latticini, cereali e ovviamente verdure porterebbe benefici traducibili in un allungamento della vita negli 8 anni successivi alla sua adozione.



1
educami-nutrizione-farmacia-salute-che-fare2

EDUCAMI IN CUCINA

Ricette dal primo al dolce e idee per colazione e spuntini

video-nutrizionisti copia

EDUCAMI CHANNEL

Video consigli di medici nutrizionisti

calcola-bmi

EDUCAMI CALCOLATORI

Per calcolare il rischio cardiovascolare e IMC

educami-consigli-blogger-makeup-salute-che-fare

MAKE-UP & STYLE

Video e articoli sul make-up, skincare e fitness

educami-fitness-esercizi-per-restare-in-salute

EDUCAMI FITNESS

Dedicata ad attività fisica e movimento per la tua salute

il-nutrizionista-risponde

CHIEDI AL NUTRIZIONISTA

Pagina dedicata alle

vostre domande

Per richieste di collaborazione invio articoli, suggerimenti e lamentele scrivi a: redazione@salutechefare.it

ARCHIVIO NEWS

Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!