SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

LdF2018copia

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 

EDUCAMI

Nutrizione in Farmacia

09/11/2018, 12:46

olio extravergine, alimentazione, tumore intestinale, AIRC



Tumori,-nell’olio-extravergine-è-contenuta-una-sostanza-nemica-del-cancro-intestinale-


 Il consumo quotidiano di olio extravergine di oliva potrebbe rivelarsi utile a prevenire e combattere i tumori intestinali..



Il consumo quotidiano di olio extravergine di oliva potrebbe rivelarsi utile a prevenire e combattere i tumori intestinali. A scoprirlo è stato il team di ricerca di Antonio Moschetta dell’Università di Bari, grazie ad uno studio sostenuto dall’Associazione italiana per la ricerca sul cancro (AIRC) pubblicato sulla rivista Gastroenterology.
«L’olio extravergine di oliva - spiega Moschetta - è ricco di acido oleico, una sostanza in grado di regolare la proliferazione cellulare. In studi preclinici abbiamo potuto simulare geni alterati e stati di infiammazione intestinale, dimostrando che la somministrazione di una dieta arricchita di acido oleico è in grado di garantire notevoli benefici per la salute. Effetti positivi dovuti anche alla presenza dell’enzima Scd1 nell’epitelio intestinale, che funziona come principale regolatore della produzione di acido oleico nel nostro corpo».
I ricercatori hanno così dimostrato che in assenza di acido oleico nella dieta, e in condizioni di diminuita produzione endogena ad opera dell’enzima Scd1, si ha dapprima infiammazione e poi sviluppo di tumori spontanei dell’intestino. 
«Se invece nella dieta si aggiunge acido oleico - avverte Moschetta - si ripristina la normale fisiologia intestinale con riduzione dell’infiammazione e protezione contro la formazione dei tumori. Sfruttando le proprietà benefiche dell’acido oleico, in futuro sarà possibile ridurre l’insorgenza del tumore soprattutto nei pazienti con infiammazione intestinale o già precedentemente affetti da questa malattia, rallentarne la crescita e migliorare i trattamenti antitumorali già in uso, potenziandone l’effetto».



1
educami-nutrizione-farmacia-salute-che-fare2

EDUCAMI IN CUCINA

Ricette dal primo al dolce e idee per colazione e spuntini

video-nutrizionisti copia

EDUCAMI CHANNEL

Video consigli di medici nutrizionisti

calcola-bmi

EDUCAMI CALCOLATORI

Per calcolare il rischio cardiovascolare e IMC

educami-consigli-blogger-makeup-salute-che-fare

MAKE-UP & STYLE

Video e articoli sul make-up, skincare e fitness

educami-fitness-esercizi-per-restare-in-salute

EDUCAMI FITNESS

Dedicata ad attività fisica e movimento per la tua salute

il-nutrizionista-risponde

CHIEDI AL NUTRIZIONISTA

Pagina dedicata alle

vostre domande

Per richieste di collaborazione invio articoli, suggerimenti e lamentele scrivi a: redazione@salutechefare.it

ARCHIVIO NEWS

Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!