SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

NEUROPSICHIATRIA INFANTILE E LOGOPEDIA

{

NEUROPSICHIATRIA

INFANTILE

Il ruolo della pedagogia nell'età evolutiva
Il pedagogista è lo specialista che usa strumenti conoscitivi e di intervento per rispondere alle esigenze della persona lungo tutto l'arco della sua esistenza.
L'intento di quest'ultimo è quello di accompagnare la persona a trovare in sé stessa le risorse per affrontare situazioni difficili che si trova a vivere, tirando fuori le competenze e non travasando semplicemente contenuti, accompagnandolo verso l'autonomia e il benessere, attraverso l'ascolto partecipato e attivo. Nell'età evolutiva, l'intervento del pedagogista può essere utile sotto il profilo dell'educazione e della formazione.
In questo periodo storico le attenzioni del pedagogista si focalizzano su alcune caratteristiche degli apprendimenti che non permettono al bambino o all'adolescente di vivere serenamente la quotidianità a scuola, ripercuotendosi negativamente nella vita sociale e famigliare.
Si ritiene necessario, un intervento preceduto da attenta osservazione, raccolta delle informazioni e analisi dei dati che vada ad ottimizzare le energie spese per lo studio.
 
Le figure professionali con le quali tale specialista interagisce sono di diverso tipo:
vi è una strettissima collaborazione con il neuropsichiatra infantile, lo psicologo e il logopedista soprattutto nella presa in carico di bambini ed adolescenti con difficoltà o disturbi dell'apprendimento.
Meno intensa, ma altrettanto importante è l'interazione con l'otorinolaringoiatra, l'oculista e l'ortottista. Rispetto a figure educative come i tutor scolastici, educatori e operatori sportivi e socio-sanitari si pone come coordinatore dei progetti, supervisore di quest'ultimi e consulente esterno.
Il pedagogista può avere un ruolo importante all'interno della scuola, instaurando una valida collaborazione con gli insegnanti sia per la cura di aspetti didattici che metodologici, come anche nella stesura del piano didattico individualizzato per alunni con disturbi d'apprendimento o un piano educativo individualizzato per gli alunni soggetti alla Legge 104.
Le richieste cui il pedagogista si trova frequentemente a dare una risposta riguardano la richiesta di attività di sostegno allo studio.
Le azioni messe in atto non sono intese come affiancamento ai compiti, ma partendo proprio da quest'ultimi si costruisce un percorso che veda come obiettivo finale l'autonomia, la consapevolezza nel gestire tempi e modi e la minore faticabilità.
Altri bisogni che portano a richiedere una consulenza pedagogica riguardano l'orientamento scolastico o il riorientamento nel caso in cui si viva la scuola con disagio o ancor di più si risponda al disagio di una scelta sbagliata con il ritiro scolastico.
Il momento dell'orientamento è delicatissimo e non si può limitare ad ascoltare monologhi informativi, tutt'altro deve necessariamente prevedere un’attenta analisi degli stili d'apprendimento, delle capacità e delle propensioni. Informazioni che si ottengono attraverso attività di laboratorio, test e soprattutto momenti individuali di condivisione e riflessione.
Oltre a consulenze per genitori e figli e altre figure educative che ruotano attorno al minore, v'è attenzione anche alla pedagogia speciale.
La situazione di coloro che vivono la limitatezza di un deficit e si ritrovano a vivere una situazione di marginalità attraverso l'apprendimento.
Il pedagogista con un approccio relazionale e sistemico, dopo un’attenta analisi dell'ambiente che circonda il soggetto creerà un progetto sartorialmente costruito con la persona per abbattere il più possibile gli handicap che limitano la sua quotidianità e facendo sentire tutte le figure interagenti allo stesso modo fondamentali per la costruzione dell'autonomia del bambino o adolescente.
Il pedagogista esercita le proprie funzioni come dipendente di enti pubblici e privati di tipo sociale e sociosanitario, oppure come libero professionista in forma autonoma o associata.
 
 
Pubblicato il 12/01/2015
A cura della Dr.ssa Francesca Daddario
Pedagogista
 
 
 
 

LOGOPEDIA

PEDAGOGIA

Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!