SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

LdF2018copia

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

PEDIATRIA E ADOLESCENTOLOGIA

ADOLESCENTOLOGIA

{

ALLERGOLOGIA

Le coliche gassose nel neonato

Le coliche gassose, definite anche del lattante, compaiono generalmente fra la seconda settimana di vita e il 3° mese. Insorgono principalmente il pomeriggio e la sera.  Di solito il bambino è molto irrequieto, inizia a piangere improvvisamente, si contrae, tirando le gambe verso l’addome.
La pancia del bambino è più tesa e si sentono dei rumori. Il piccolo continua a piangere senza che i suoi genitori riescano a calmarlo. In questo caso è importante sapere che molto spesso si tratta solo di crisi di pianto, infatti numerose ricerche scientifiche hanno dimostrato che la maggior parte di questi bambini non ha malattie né allergie, né “mal di pancia”.
In questo caso sono molto importanti gli interventi di supporto da parte dei genitori, nell'ottica di una possibile origine psicosomatica delle coliche del neonato. Può essere d'aiuto, per esempio, coccolare il piccolo e distrarlo con la musica, portarlo in giro, farlo muovere oppure offrirgli il ciuccio, insomma rassicurare il proprio figlio in questi casi è fondamentale. 
Inoltre, non è necessario modificare la dieta se la mamma allatta al seno o il tipo di latte se il bambino viene nutrito artificialmente.
Solo in pochissimi casi le coliche sono dovute a un’intolleranza al latte o semplicemente da una eccessiva formazione di gas nell'intestino.  Purtroppo le vere coliche gassose e il pianto hanno molte somiglianze.
Le coliche severe rappresentano il 25% di tutte le coliche. Per parlare di coliche del neonato, infatti, le crisi esagerate di pianto devono durare più di tre ore e manifestarsi per un minimo di tre giorni su sette per almeno tre settimane (regola dei tre di Wessel). 
In questo caso, il primo passo è escludere la presenza di un’intolleranza alimentare, in particolare se il bambino è allattato al seno è necessario modificare la dieta della mamma, eliminando latte e derivati, uova e pesce; se invece il bambino è allattato artificialmente, si devono dare latti a base di idrolisati di caseina o latte di soia. 
Nel caso non ci sia intolleranza alimentare, vengono consigliati spesso anche farmaci spasmolitici, senza però che vi siano non esistono studi sufficientemente controllati per valutare l’effettivo miglioramento clinico che possono determinare. 
 
Pubblicato il 12/02/2015

INFETTIVOLOGIA

MALATTIE INVERNALI

MALATTIE GASTROINTESTINALI

DERMATOLOGIA PEDIATRICA 

Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!