SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

CEFALEE

 

LE CEFALEE

Responsabile Scientifico Canale Cefalee:
Dr.ssa Sheila Leone - Specialista in Farmacologia
06/04/2018, 14:53

malattie, reumatiche, salute, prevenzione, peso,



Malattie-reumatiche,-quando-la-prevenzione-inizia-a-tavola-già-dalla-più-tenera-età


 Sono sempre meno i giovani del Sud Europa che seguono i dettami della dieta Mediterranea con conseguente aumento di sovrappeso, obesità infantile e rischi per l’apparato muscolo-scheletrico.



Sono sempre meno i giovani del Sud Europa che seguono i dettami della dieta Mediterranea con conseguente aumento di sovrappeso, obesità infantile e rischi per l’apparato muscolo-scheletrico. A lanciare l’allarme sono gli esperti della Società italiana di reumatologia (Sir), in vista del 17° Congresso Mediterraneo di Reumatologia di Genova interamente dedicato - per la prima volta al mondo - al problema e alle connessioni tra dieta, clima e malattie reumatiche. 
A registrare le percentuali più alte di obesità tra i bambini è il Mezzogiorno - Campania (19%), Calabria (16%), Molise (15%), Abruzzo (11%), Basilicata e Sicilia (13%) - con il rischio è di dover curare, nei prossimi anni, un esercito di pazienti colpiti da malattie reumatiche. Le diete squilibrate infatti, avvertono gli esperti, non provocano solo disturbi cardiovascolari, metabolici e diverse tipologie di tumori, ma possono anche rendere più frequenti altre patologie gravi quali artriti, lupus eritematoso sistemico (LES), gotta e osteoporosi.
«La nutrizione corretta può essere considerato un vero e proprio farmaco contro alcuni disturbi cronici dell’apparato muscolo-scheletrico» sottolinea Mauro Galeazzi, presidente Sir. «Nei pazienti con artrite reumatoide (AR), per esempio, vanno raccomandati alcuni cibi che hanno dimostrato di avere effetti terapeutici non trascurabili sulla progressione della malattia. Come i peperoncini rossi, capaci di aumentare la produzione di macrofagi antinfiammatori che regolano la risposta immunitaria».
Senza trascurare alcuni flavonoidi contenuti nel cacao, alla stregua di potenti sostanze antiossidanti in grado di limitare il processo di "arrugginimento" delle cellule, così come il ginseng rosso il cui consumo riduce lo stato di attività delle citochine responsabili di infiammazioni. Infine, una dieta ricca di vitamina D e acidi grassi omega-3 migliora i risultati dei trattamenti contro l’AR. «In molti casi - avverte l’esperto - è quindi necessario "prescrivere" al paziente una corretta supplementazione alimentare».
«Dei 5 milioni di italiani con patologie reumatiche circa 800 mila sono a rischio di invalidità» ricorda Maurizio Cutolo, direttore della Divisione universitaria di Reumatologia del DIMI e policlinico San Martino di Genova. «Alla base di molti disturbi esiste una predisposizione genetica, ma sono necessari anche altri fattori (tra cui quelli nutrizionali) per lo sviluppo e la progressione della patologia agendo sul patrimonio genetico».
«All’alimentazione errata sono riconducibili oltre il 90% dei casi di gotta e il 60% di quelli di osteoporosi» aggiunge Galeazzi. «Inoltre, la maggioranza delle persone afflitte da lupus e artriti registra un peggioramento dei sintomi nei mesi invernali. Un evento che si è dimostrato anche dipendere dalla mancanza di vitamina D, che nella stagione più fredda è causata sia dal clima meno soleggiato sia da una dieta squilibrata».


1
Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!