SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

CEFALEE

 

LE CEFALEE

Responsabile Scientifico Canale Cefalee:
Dr.ssa Sheila Leone - Specialista in Farmacologia
30/03/2018, 12:00

cuore, salute, malattie cardiovascolari,



Cuoriamoci,-al-via-la-II-edizione-della-campagna-per-salvaguardare-la-salute-del-cuore


 Al via la seconda edizione della campagna "Cuoriamoci, piccoli gesti per la salute del cuore", promossa da Fondazione italiana per il cuore (Fic) in collaborazione con la Società italiana di scienza dell’alimentazione..



Al via la seconda edizione della campagna "Cuoriamoci, piccoli gesti per la salute del cuore", promossa da Fondazione italiana per il cuore (Fic) in collaborazione con la Società italiana di scienza dell’alimentazione (Sisa), per sensibilizzare la popolazione sull’importanza di prendersi cura del benessere del proprio cuore attraverso l’alimentazione, l’attività fisica e l’eliminazione di "vizi quotidiani".
Nonostante la forte attenzione all’alimentazione degli italiani, che hanno ridotto consumo di carne rossa (35% della popolazione generale) dando la preferenza a prodotti biologici (43%) e alimenti funzionali e arricchiti (27%), spesso si dimenticano le buone regole della dieta mediterranea. Secondo una recente ricerca GFK, infatti, gli italiani non mangiano abbastanza frutta (42%) e verdura (59%), alimenti "amici del cuore" poveri di grassi e ricchi di vitamine, minerali e fibre. Un italiano su due non mangia neppure una volta la settimana il pesce, ricco di acidi grassi polinsaturi (omega-3) che contribuiscono alla normale funzionalità cardiaca. Sorte analoga per il latte, che il 65% della popolazione non beve quotidianamente (73% nei più giovani tra i 17 e i 34 anni), e per la frutta secca che meno del 10% consuma settimanalmente. Il 37% degli italiani dichiara, inoltre, di aggiungere a tavola molto sale con il rischio di ipertensione arteriosa, mentre il 45% non riesce a moderare l’assunzione di alimenti ricchi di grassi nocivi per la salute e il 30% non riesce proprio a ridurre l’assunzione di dolci. Anche lo stile di vita è poco virtuoso: il 20% dichiara di fumare regolarmente, mentre l’81% non pratica alcuna attività fisica regolare, portando così la percentuale di persone in sovrappeso di almeno 5 kg al 32%.
«Nel nostro Paese i decessi per le principali patologie cardiovascolari riguardano ogni anno 98 mila uomini e ben 127 mila donne», ricorda Emanuela Folco, presidente Fic. «Malattie spesso prevenibili con un corretto stile di vita e un’alimentazione più equilibrata». 
«Oggi - rincara la dose Andrea Ghiselli, presidente Sisa e dirigente di ricerca del Crea, alimenti e nutrizione - si fa ancora poco per intraprendere sane abitudini salvacuore e a tutela della propria salute come migliorare la qualità dell’alimentazione, ridurre le porzioni di grassi a favore di verdura e frutta, non perdere occasione per praticare attività fisica». 
Per questo la campagna Cuoriamoci promuove anche quest’anno piccoli gesti "salva cuore" da ripetere ogni giorno come astenersi dal fumo e usare ogni occasione per fare movimento: basta una camminata quotidiana di buon passo di almeno 30 minuti per un totale di 150 minuti settimanali, preferire le scale all’ascensore, scendere a una fermata prima di metro/autobus, parcheggiare l’auto lontano dal posto di lavoro, usare la bici. Altro fattore importante è un’alimentazione più equilibrata, con meno cibi grassi o ricchi di zuccheri semplici e sale, preferendo invece cereali integrali, legumi, frutta, verdura e alimenti ricchi in grassi omega-3, EPA e DHA, che contribuiscono alla normale funzionalità cardiaca. Ne sono ricchi noci e frutta secca con guscio, pesce azzurro, semi di lino e alcuni oli vegetali. 
Le iniziative della campagna proseguiranno fino al 29 settembre 2018, Giornata mondiale per il cuore, con attività a livello nazionale e locale e messaggi diffusi da Tv, radio e web (www.cuoriamoci.it), allo scopo di promuovere informazioni scientifiche certificate e incoraggiare le persone a fare propri i gesti quotidiani per prevenire le malattie cardiovascolari. Anche quest’anno sarà possibile valutare la propria attitudine a uno stile di vita sano con test online che, attraverso 10 domande su stili di vita, alimentazione e attività fisica, fornirà riscontri sul grado di consapevolezza circa la salute del proprio cuore fornendo consigli utili e pratici per mettere in atto corrette e salutari abitudini.



1
Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!