SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

CEFALEE

 

LE CEFALEE

Responsabile Scientifico Canale Cefalee:
Dr.ssa Sheila Leone - Specialista in Farmacologia
09/03/2018, 16:10



Diabete,-identificati-da-ricercatori-nordici-5-tipologie-differenti-della-malattia-


 Arriva come fulmine a ciel sereno, almeno per i non addetti ai lavori, la notizia secondo cui sarebbero ben 5 i tipi di diabete in...



Arriva come fulmine a ciel sereno, almenoper i non addetti ai lavori, la notizia secondo cui sarebbero ben 5 i tipi di diabetein età adulta. A diffonderla è uno studio pubblicato su The Lancet Diabetes and Endocrinology da esperti del LundUniversity Diabetes Centre in Svezia e dell’Institute for Molecular Medicine inFinlandia. Rammentiamo che sono circa 420 milioni le persone in tutto il mondo cheoggi soffrono di diabete, un numero che dovrebbe salire a 629 milioni entro il2045 secondo la Federazione internazionale diabete. Attualmente la malattia è suddivisain 2 sottotipi: diabete tipo 1, generalmente diagnosticato durante l’infanzia eche rappresenta circa il 10% dei casi, riconducibile alla mancata produzione diinsulina (l’ormone che aiuta a regolare i livelli di zucchero nel sangue) daparte del pancreas; e diabete tipo 2, dovuto all’insufficiente produzione outilizzo di insulina.Gli scienziati svelano ora una nuovaclassificazione che potrebbe portare a trattamenti migliori e aiutare i medicia prevedere con maggiore precisione complicanze potenzialmente letali. Risultaticoerenti con la crescente tendenza verso la cosiddetta "medicina di precisione",che tiene conto delle differenze tra gli individui nella gestione dellemalattie: allo stesso modo in cui un paziente che richiede una trasfusione devericevere il giusto tipo di sangue, i diversi sottotipi di diabete necessitanodi trattamenti diversi. Tanto che i ricercatori nordici hanno identificato anchediversi tipi di microbioma, l’ecosistema batterico nel nostro tratto digestivo,in grado di reagire in modo diverso allo stesso farmaco antidiabete rendendolopiù o meno efficace.Secondo l’endocrinologo Leif Groop,autore senior dell’indagine, «è il primo passo verso una cura personalizzata diquesta malattia». Dopo aver monitorato 14.775 pazienti tra i 18 e i 97 anni condiabete di nuova diagnosi, i ricercatori hanno così individuato 5 gruppidistinti di malattia: 3 forme gravi e 2 più lievi.Nel 1° gruppo rientrano pazienti giovanie in buona salute con insulino-resistenza in cui le cellule non sono in gradodi utilizzare l’insulina in modo efficace, che corrispondono più o meno ai pazienticon l’attuale diabete tipo 1; il 2° gruppo è composto da pazienti relativamentegiovani, insulino-carenti; il 3° gruppo è rappresentato da persone generalmentein sovrappeso con insulino-resistenza grave; il 4° gruppo comprende pazienti dimezza età con diabete associato ad obesità; il 5° gruppo, infine, riguardapersone con diabete correlato all’età che sviluppano sintomi più tardi rispettoalle persone comprese nei precedenti gruppi e che rappresentano circa il 40%dei portatori di malattia.«Rivedere la classificazione del diabete sarebbed’aiuto» ammette Giorgio Sesti, presidente della Società italiana didiabetologia (SID) e docente di Medicina interna all’Università Magna Graeciadi Catanzaro. «Oggi abbiamo a disposizione ben 8-9 classi diverse di farmaci,ma solo 2 tipologie riconosciute di diabete per i quali possono essereindicati. Aumentandole, si potrebbero offrire cure più mirate».


1
Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!