SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

CEFALEE

 

LE CEFALEE

Responsabile Scientifico Canale Cefalee:
Dr.ssa Sheila Leone - Specialista in Farmacologia
02/03/2018, 12:32

temperature fredde no grassi e no bevande calde, tips nutrizione con freddo, idratazione freddo



Stagione-invernale,-contro-il-freddo-polare-controindicati-cibi-grassi-e-bevande-calde-


 Non sono i cibi grassi e calorici quelli più adatti a fronteggiare il freddo con le temperature glaciali regalate a mezza Europa dal Burian siberiano.



Non sono i cibi grassi e calorici quelli più adatti a fronteggiare il freddo con le temperature glaciali regalate a mezza Europa dal Burian siberiano. Ma neanche bevande bollenti che sembrano all’apparenza riscaldare le nostre membra e il nostro spirito. A sfatare una serie di luoghi comuni, a partire da quello secondo cui i piatti grassi proteggono l’organismo dal freddo (in realtà producono l’effetto contrario), è la nutrizionista francese Laurence Plumey.
«Ai muscoli bisogna fornire energia sotto forma di carboidrati, quindi di cibi a base di amido. Il nostro carburatore sono i muscoli. Più che mangiare una raclette con abbondante formaggio, bisogna mangiarla con molte patate, poco formaggio e prosciutto crudo. E per dessert niente torte grasse e zuccherate, ma agrumi ricchi di vitamina C». Da privilegiare, dunque, le famose "5 porzioni di frutta e verdura al giorno".  Minestroni di verdura, frutta secca, piatti che contenenti zuccheri a lento assorbimento e proteine sono quindi i benvenuti in quanto fonte di vitamine. In questo modo, secondo l’esperta, il corpo sarà meglio protetto contro il freddo. Un altro suggerimento, scontato d’estate ma non altrettanto d’inverno, è quello di idratarsi regolarmente bevendo molta acqua o zuppe, perché la disidratazione si accentua quando il fisico è sottoposto a variazioni di temperature, passando dal caldo al freddo. Meglio privilegiare, secondo l’esperta, una minestra o un tè tiepido piuttosto che bevande bollenti, perché l’aumento della temperatura del corpo dopo il consumo di queste ultime è solo temporaneo. Rispetto al caldo e al freddo, infatti, l’organismo deve cercare di riequilibrare la temperatura, con dispendio di energia naturalmente.




1
Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!