SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

CEFALEE

 

LE CEFALEE

Responsabile Scientifico Canale Cefalee:
Dr.ssa Sheila Leone - Specialista in Farmacologia
23/02/2018, 12:29

sclerosi multipla, gravidanza, informazione sclerosi multipla



Sclerosi-multipla,-donne-europee-poco-informate-sui-temi-legati-alla-gravidanza


 In futuro la diagnosi di sclerosi multipla (SM) sarà più accurata grazie a una nuova metodica di analisi delle immagini di risonanza magnetica (RMN), in grado di distinguere con precisione questa patologia da altre ...



Continuano a persistere, tra le donne con sclerosi multipla (SM), convinzionierrate sui temi legati alla gravidanza. A sostenerlo è un’indagine europea (Germania,Italia, Spagna, Paesi Bassi e Regno Unito) condotta da Wakefield Research su 1000 donne tra i 25 e i 35 anni con diagnosi di SM recidivantenegli ultimi 5 anni, i cui risultati rivelano come l’85% delle donne italiane el’88% delle donne in generale, al momento della diagnosi, abbiano avuto paura dinon poter avere figli, nonostante le evidenze scientifiche indichino la stessa probabilitàdi rimanere incinta e di avere figli sani di qualsiasi altra donna. Inoltre, il 49% delle italiane con SM ha anche pauradi trasmettere la malattia ai figli, nonostante la SM non sitrasmetta per via ereditaria.In Italia sono 114 mila le persone colpite dalla SM, una malattia neurologica cronica progressiva che colpisce maggiormentele donne in età fertile. Per contribuire a una corretta informazione, Teva ha avviatoa livello globale una collaborazione con touchNeurology®, editore onlinedell’European Neurological Review, per sviluppare un Toolkit su SM e gravidanzaallo scopo di favorire un dialogo più approfondito fra le donne e i loro medicisu questi temi. «Una diagnosi di SM - commenta Maria Pia Amato, ordinario del Dipartimentodi Neuroscienze dell’Università di Firenze - può far sorgere nella donna molte domandesui temi della contraccezione e della gravidanza. Sappiamo che per la maggior partedelle donne con questa malattia non aumenta in generale il rischio di complicanzelegate allo stato di gravidanza. Le donne con SM hanno bisogno di avere accessoa informazioni di qualità e ricevere il supporto di operatori sanitari qualificati».L’insufficiente accesso alle informazioni e il persistere di convinzionierrate sono potenzialmente alimentati dalla mancanza di dialogo con il medico suitemi legati alla gravidanza. Più di 1 donna su 3, ossia il 35% del totale delledonne, non parla di questi argomenti con il neurologo/specialista di SM e il 49%non ne parla con il proprio medico di famiglia. L’87% delle intervistate ha dichiarato di desiderare maggiorie migliori informazioni sui temi legati alla gravidanza per compiere scelte piùinformate. Più dell’88% delle donne con SM ha dichiarato che avrebbevoluto discutere di questi temi con il medico: su cosa aspettarsi durante il parto(31%), sulla cura dei bambini dopo la gravidanza (29%) e sulle opzioni terapeuticheprima e dopo il concepimento (28%).


1
Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!