SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

CEFALEE

 

LE CEFALEE

Responsabile Scientifico Canale Cefalee:
Dr.ssa Sheila Leone - Specialista in Farmacologia
17/04/2015, 18:35

superbroccolo, rischio cardiovascolare, colesterolo LDL, colesterolo cattivo,



Un-super-broccolo-che-abbassa-i-livelli-di-colesterolo-LDL-nel-sangue-


 In arrivo un super broccolo in grado di ridurre il rischio cardiovascolare, contrastando il colesterolo LDL.



In arrivo un super broccolo in grado di ridurre il rischio cardiovascolare, contrastando il colesterolo LDL (comunemente chiamato colesterolo cattivo).
Secondo i risultati di uno studio britannico dell’Institute of Food Research di Norwich questo broccolo speciale, ribattezzato Benefortè, potrebbe ridurre del 6% i livelli di colesterolo LDL nel sangue grazie a una maggiore quantità di glucorafanina, già presente in minore concentrazione nei broccoli.
La ricerca pubblicata su Molecular Nutrition and Food Research unisce i risultati di due studi indipendenti che hanno sottoposto 130 persone a una dieta a base di broccoli, in particolare i volontari hanno assunto 400 grammi di broccoli a settimana per 12 settimane. Alla fine del regime dietetico i livelli di colesterolo LDL nel sangue sono diminuiti mediamente del 6%.
Studi precedenti avevano già dimostrato che una riduzione dell’1% del colesterolo LDL è associata a una diminuzione del rischio di malattia coronarica pari all’1-2%. Il merito sarebbe proprio dell’elevato contenuto di glucorafanina, che aiuta a "risintonizzare" il metabolismo cellulare.



1
Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!