SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

CEFALEE

 

LE CEFALEE

Responsabile Scientifico Canale Cefalee:
Dr.ssa Sheila Leone - Specialista in Farmacologia
26/01/2018, 12:07

StimRouter, dolore cronico, salute, che, fare, terapia,



Dolore-cronico,-nuovo-approccio-ad-alta-tecnologia-per-sconfiggerlo-in-20-giorni


 Si chiama StimRouter la nuova frontiera della neuromodulazione, un sistema di ultimissima generazione con costi e tempi di recupero minimi..



Si chiama StimRouter la nuova frontiera della neuromodulazione, un sistema di ultimissima generazione con costi e tempi di recupero minimi, per ridurre la fonte di dolore cronico con impegno ridotto per il paziente. «La percentuale di riuscita è pressoché totale» spiega Pier Vittorio Nardi, presidente dell’Associazione di chirurgia italiana spinale mininvasiva e robotica (Cismer) e responsabile di Chirurgia vertebrale all’Ospedale Cristo Re di Roma. Dei pazienti trattati tutti hanno avuto esito positivo, con risoluzione del dolore quasi completa in alcuni casi, e mai inferiore al 70%». Il tutto in quasi 20 giorni.
La terapia è in grado di gestire il dolore causato da lesioni traumatiche o patologie croniche dei nervi periferici dell’adulto, intercettando il nervo dolente prima che il messaggio raggiunga il cervello. «Il trattamento richiede un intervento chirurgico mininvasivo in anestesia locale - assicura l’esperto - seguito da un programma di stimolazione personalizzato. Se il paziente lo segue precisamente, in 20 giorni andrà incontro alla risoluzione del dolore senza controindicazioni: è diretto nell’area precisa in cui si sente il dolore, sostituisce farmaci o iniezioni e non ha durata una permanente».
Il sistema funziona attraverso un microelettrodo impiantato sottocute con un intervento chirurgico ambulatoriale in anestesia locale: il connettore eroga impulsi elettrici a bassa intensità direttamente al sito del dolore. Un trasmettitore di impulsi esterno genera il segnale di stimolazione e lo trasmette mediante un piccolo cerotto monouso, indossato all’esterno con batteria ricaricabile, al connettore impiantato. Infine, un programmatore portatile comunica in modalità wireless con il trasmettitore di impulsi. Il paziente può accendere e spegnere la stimolazione, regolare l’intensità e selezionare diversi programmi di terapia preimpostati dal medico.


1
Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!