SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

CEFALEE

 

LE CEFALEE

Responsabile Scientifico Canale Cefalee:
Dr.ssa Sheila Leone - Specialista in Farmacologia
17/04/2015, 18:33

acne, adapalene, benzoile di perossido, trattamento dell?acne, antibiotico-resistenza,



Nuova-opzione-terapeutica-contro-lâacne-che-affligge-gli-adolescenti


 L’acne è una delle patologie cutanee più frequenti in età pediatrica.Risolvere il problema è possibile, ma...



L’acne è una delle patologie cutanee più frequenti in età pediatrica, talvolta presente già in età neonatale, che colpisce il 70-87% degli adolescenti con conseguenze psicologiche e relazionali spesso importanti.Risolvere il problema è possibile, ma  è necessario rivolgersi sempre ad un esperto dermatologo evitando l’adozione di terapie fai-da-te con il rischio di complicare la situazione.
Oggi per il trattamento dell’acne è disponibile un nuovo farmaco, presentato per la prima volta al 5° Congresso internazionale della Società italiana di dermatologia pediatrica (SIDerP) di Palermo, a base di un retinoide - l’adapalene - associato con benzoile di perossido sottoforma di gel.
«Il trattamento con un retinoide in combinazione con benzoile di perossido, oltre ad essersi dimostrato efficace in uno studio clinico condotto in bambini dai 9 agli 11 anni, è raccomandato dalle linee guida più recenti per il trattamento di diverse forme acneiche con una consistente riduzione di effetti indesiderati rispetto alle altre terapie attualmente disponibili» afferma Anna Belloni Fortina, dermatologa dell’Unità di Dermatologia pediatrica dell’Università di Padova.
Secondo l’esperta veneta un ampio studio effettuato su oltre 1600 pazienti affetti da acne volgare ha dimostrato che la combinazione fissa adapalene 0.1% e benzoile di perossido 2.5% in gel topico ha un’efficacia superiore all’utilizzo dei singoli agenti in monoterapia, con rapida comparsa dei risultati terapeutici e un buon profilo di sicurezza dopo 12 settimane di trattamento. Inoltre, conformemente alle recenti disposizioni dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) in materia di antibiotico-resistenza che raccomandano l’utilizzo mirato e per brevi periodi di antibiotici troppo spesso impiegati nel trattamento dell’acne, la formulazione combinata antiacne non contiene antibiotici.
L’utilizzo di questa combinazione fissa aumenta l’aderenza alla terapia, mentre la formulazione in gel con erogatore consente un più facile utilizzo e una maggiore precisione nel dosaggio, aspetto fondamentale per i pazienti in età adolescenziale.
Il farmaco è così in grado di agire su due fronti: impedire al Propionibacterium acnes, batterio responsabile dell’insorgenza dell’acne, di proliferare grazie al benzoile di perossido (BPO) e contrastare l’ostruzione dei follicoli sebacei con formazione degli antiestetici punti neri (comedoni) mediante l’adapalene, un retinoide sintetico di terza generazione dotato di attività antinfiammatoria ed esfoliante, con particolare riguardo alla tollerabilità da parte del paziente.



1
Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!