SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

CEFALEE

 

LE CEFALEE

Responsabile Scientifico Canale Cefalee:
Dr.ssa Sheila Leone - Specialista in Farmacologia
16/01/2018, 14:06

ativit fisica migliora memoria, attivit fisica migliora capacit cognitiva, attivit fisica migliora MCI



Decadimento-cognitivo,-il-ruolo-dell’attività-fisica-nelle-linee-guida-dei-neurologi-americani


 Svolgere attività fisica 2 volte la settimana può migliorare la capacità cognitiva e la memoria nelle persone con decadimento cognitivo lieve...



Svolgere attivitàfisica 2 volte la settimana può migliorare la capacità cognitiva e la memorianelle persone con decadimento cognitivo lieve (MCI). A sostenerlo sono le lineeguida aggiornate della American Academy of Neurology, approvatedall’Alzheimer’s Association e pubblicate su Neurology. Secondo iricercatori della Mayo Clinic di Rochester, in Minnesota, è importante chel’esercizio fisico possa aiutare a migliorare la memoria in questa fase, poichéè qualcosa in più che le persone possono fare e che ha benefici per la salutein generale. In tutto il mondo, oltre il 6% delle persone nella fascia di etàdei 60 anni ne soffre e la condizione diventa più comune con l’aumentaredell’età, fino ad arrivare a colpire oltre il 37% delle persone degli over 85.Le persone con MCIhanno sintomi più lievi della demenza, ma ci sono dati forti a sostegno delfatto che questa patologia possa portare alla demenza stessa. Le linee guidasottolineano che non esistono farmaci approvati dalla Food and DrugAdministration (FDA) americana per il trattamento dei pazienti con MCI, e chenon ci sono neppure studi di alta qualità a lungo termine che suggeriscano chefarmaci o cambiamenti nella dieta possano avere effetti benefici nel ritardareil peggioramento delle condizioni della memoria. Secondo gli autori, i medicidovrebbero raccomandare alle persone che soffrono di questo problema di fareesercizio fisico regolarmente come parte di un approccio generale alla gestionedei sintomi. Anche se non sono state condotte sperimentazioni a lungo termine,infatti, studi di 6 mesi suggeriscono che allenarsi 2 volte la settimana puòmigliorare la memoria. Inoltre, i ricercatori invitano i medici a raccomandareun allenamento cognitivo per le persone con MCI, pur basandosi su prove deboli.A detta degli scienziati, i problemi di memoria sono spesso un effettocollaterale dei farmaci, dei disturbi del sonno, della depressione o di altrecause che possono essere trattate. Fondamentale è non dare per scontato chesiano dovuti all’invecchiamento e consultare il medico per determinarne lacausa principale. Solo così si può impedire il peggioramento dei problemi dimemoria.


1
Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!