SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

CEFALEE

 

LE CEFALEE

Responsabile Scientifico Canale Cefalee:
Dr.ssa Sheila Leone - Specialista in Farmacologia
14/12/2017, 16:53

artrite reumatoide, baricitinib, efficacia, sicurezza, somministrazione orale, modulatore infiammatorio, anmar,



Artrite-reumatoide,-è-ora-disponibile-una-nuova-molecola-per-le-forme-moderate-gravi


 Disponibile per i pazienti italiani una nuova arma contro l’artrite reumatoide (AR): si tratta di baricitinib (Lilly), capace di bloccare l’infiammazione e il danno articolare nelle forme moderate-gravi. Oltre al profilo...



Disponibile per i pazienti italiani una nuova arma contro l’artrite reumatoide (AR): si tratta di baricitinib (Lilly), capace di bloccare l’infiammazione e il danno articolare nelle forme moderate-gravi. Oltre al profilo clinico favorevole in termini di efficacia e sicurezza, la nuova molecola si caratterizza per la somministrazione orale in grado di garantire una maggiore maneggevolezza nella gestione delle terapie.
«Poter disporre di un farmaco efficace sin dalle prime settimane di trattamento è un grande vantaggio, in quanto permette di controllare rapidamente le manifestazioni cliniche dell’artrite reumatoide» spiega Fabrizio Conti, reumatologo dell’Università Sapienza di Roma. «Baricitinib inibisce infatti gli enzimi Janus chinasi 1 e 2, molecole intracellulari che modulano i segnali delle proteine (citochine) infiammatorie responsabili dello sviluppo e della progressione della malattia. A differenza dei farmaci biologici in uso da circa 20 anni diretti verso un singolo bersaglio extracellulare, i nuovi farmaci come baricitinib possono bloccare contemporaneamente l’effetto di diverse citochine proinfiammatorie».
«Il 40-50% dei pazienti non ottiene miglioramenti dal trattamento di prima linea che in genere si basa sull’uso del metotrexate» avverte il reumatologo dell’Università di Pavia Roberto Caporali, responsabile dell’Early Arthritis Clinic della Fondazione Policlinico San Matteo di Pavia. «L’efficacia della terapia con metotrexate viene valutata prima a 3 poi a 6 mesi, per verificare il raggiungimento di uno stato di controllo dei sintomi e, possibilmente, di remissione della patologia. Se il paziente non risponde al trattamento, è necessario passare a terapie di seconda linea come baricitinib, che rappresenta un’opzione terapeutica per questo tipo di pazienti».
«La vita di un malato reumatico tra visite di controllo, gestione della terapia o delle terapie non è certo facile» sottolinea Silvia Tonolo, presidente dell’Associazione nazionale malati reumatici (Anmar). «L’arrivo di farmaci che si possono somministrare per via orale agevolerà la sua vita con un risparmio in ore di lavoro, spostamenti e richieste di supporto a familiari e/o caregiver. Inoltre, i malati reumatici soffrono di ansia, depressione e dolore, problemi che una terapia rapidamente efficace e maneggevole può alleviare. Una terapia orale è più accettabile perché l’ago fa sempre paura e, proprio per questo motivo, spesso il malato non aderisce correttamente al trattamento farmacologico. Disporre di una compressa facilita la gestione della malattia anche negli spostamenti, nei viaggi, sul lavoro, con un vantaggio in termini di qualità della vita. Per non considerare, poi, anche l’aspetto della diminuzione del dolore, elemento cruciale per ciascun paziente».



1
Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!