SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

CEFALEE

 

LE CEFALEE

Responsabile Scientifico Canale Cefalee:
Dr.ssa Sheila Leone - Specialista in Farmacologia
07/12/2017, 13:11

sarm, modulattori selettivi dei recettori androgeni, attenzione, truffa, etichette mendaci, etichette false



Farmaci-online,-poco-affidabili-i-prodotti-per-migliorare-le-prestazioni-fisiche-


 I prodotti commercializzati online come modulatori selettivi del recettore per gli androgeni (Sarm) promettono di migliorare le proprie prestazioni fisiche, ma raramente...



I prodotti commercializzati online come modulatori selettivi delrecettore per gli androgeni (Sarm) promettono di migliorare le proprieprestazioni fisiche, ma raramente contengono quello che le loro etichetteriportano. A sostenerlo sono i ricercatori dello Sports Medicine Research andTesting Laboratory di Salt Lake City in Utah, negli Stati Uniti, pubblicata su Jama che si sono presi la briga ditestare alcuni prodotti non approvati per l’uso dalla Food and DrugsAdministration (FDA) americana e confrontarli con il contenuto dell’etichetta.

Su 44 prodotti venduti online come Sarm, poco più della metà conteneva inrealtà tali sostanze, mentre altri 17 prodotti (39%) contenevano principiattivi diversi. I risultati hanno evidenziato come in 4 prodotti (9%) non fossepresente alcun principio attivo, mentre in 11 (25%) si riscontrassero sostanzenon citate in etichetta. Solo in 18 prodotti (41%), la quantità di principioattivo corrispondeva a quella indicata sull’etichetta, mentre in 26 (59%) laquantità dei composti elencati differiva sostanzialmente da quella elencata.Quattro prodotti contenevano tamoxifene. Circa il 45% dei prodotti era vendutocome integratore alimentare, i restanti erano etichettati come prodotti perscopi di ricerca o non destinati al consumo umano.

Secondo il parere di Richard Auchuse dei Dipartimenti di Medicinainterna e di Farmacologia, e di Kirk Browers del Dipartimento diPsichiatria della University of Michigan di Ann Arbor, l’accesso al consumo diandrogeni e più recentemente ai modulatori selettivi del recettore per gliandrogeni non è mai stato così facile. Un fenomeno che dovrebbe allarmare lacomunità medica e convincere le autorità governative ad agire tempestivamente perimpedire l’accesso non regolamentato a queste potenti sostanze.

 



1
Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!