SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

CEFALEE

 

LE CEFALEE

Responsabile Scientifico Canale Cefalee:
Dr.ssa Sheila Leone - Specialista in Farmacologia
01/12/2017, 16:06

vaccino trivalente, vaccino anti.influenzale, HTA, vantaggio preventivo ed econmico,



Epidemia-influenzale,-vaccino-trivalente-adiuvato-efficace-nella-popolazione-over-65


 Presentati al 50° Congresso nazionale della Società italiana di igiene, medicina preventiva e sanità pubblica (SItI) i risultati preliminari del primo rapporto italiano di Health Technology Assessment (HTA) sul vaccino...



Presentati al 50° Congresso nazionaledella Società italiana di igiene, medicina preventiva e sanità pubblica (SItI) irisultati preliminari del primo rapporto italiano di Health TechnologyAssessment (HTA) sul vaccino influenzale trivalente adiuvato. Lo studio,condotto dai ricercatori di 4 atenei nazionali, fornisce una valutazione a 360gradi di tutte le implicazioni cliniche, economiche, organizzative, etiche esociali che la scelta del vaccino influenzale può comportare per il Sistema sanitarionazionale e regionale. Secondo gliesperti, nella popolazione over 65 questo tipo di vaccino rappresenta lasoluzione ottimale in termini di prevenzione sia sotto il profilo clinico che economico.

Il vaccino adiuvato èstato messo a confronto con tutte e tre le alternative disponibili per laprevenzione dell’influenza negli over 65, evidenziando come in Italia ilpassaggio al vaccino adiuvato costituisca una strategia economicamentevantaggiosa per il controllo dell’impatto dell’influenza, persino ai livelli dicopertura non ottimali attualmente raggiunti.

Secondo Donatella Panatto dell’Universitàdi Genova e coautrice dello studio, i risultatidel report italiano sono coerenti con le conclusioni del Joint Committee onVaccination and Immunisation (JCVI) inglese, che si è espresso a sostegnodell’utilizzo nel Regno Unito del vaccino trivalente adiuvato negli over 65 apartire dalla stagione influenzale 2018-19.

Una conferma importante, che ribadisce la solidità dei risultati dellostudio italiano secondo cui il vaccino trivalente adiuvato rappresenta lamiglior opzione sia in termini di efficacia preventiva dell’influenza sia dicosto-efficacia nella popolazione anziana.

 



1
Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!