SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

CEFALEE

 

LE CEFALEE

Responsabile Scientifico Canale Cefalee:
Dr.ssa Sheila Leone - Specialista in Farmacologia
29/09/2017, 16:58

virus parainfluenzali, virus, virale, salute,



Influenza,-sono-già-80-mila-gli-italiani-al-letto-con-febbre-a-causa-di-virus-parainfluenzali


 Sono già al lavoro i virus parainfluenzali con l’autunno appena iniziato e l’inverno ancora lontano...



Sono già al lavoro i virus parainfluenzali con l’autunno appena iniziato e l’inverno ancora lontano. Solo nell’ultima settimana 80 mila italiani sono stati messi KO con raffreddore, febbre e disturbi intestinali dai virus "cugini" dei patogeni responsabili dell’influenza stagionale. «Sono ormai numerosi i casi - sottolinea il virologo Fabrizio Pregliasco, dell’università di Milano - e le previsioni sono in crescita. Si tratta di 262 tipi di virus che, a differenza di quelli influenzali, non prosperano con il freddo prolungato ma con gli sbalzi di temperatura caratteristici di questa stagione. Per questo molti italiani rimangono sorpresi da questa sorta d’influenza anticipata, ma si tratta di un fenomeno anch’esso stagionale e prevedibile».
Ben diverse le dimensioni dell’infezione quando ad arrivare sarà quella vera: 4-5 milioni di persone costrette a letto a causa dell’influenza e altri 8-10 milioni colpiti dai virus parainfluenzali. Secondo gli esperti sarà una stagione influenzale comparabile a quella dell’anno scorso, quando i casi furono 5 milioni 421 mila. I medici li definiscono anni "interpandemici", con un solo nuovo virus (una variante dell’A/H1N1 Michigan) già inserito nel vaccino. Gli altri virus saranno invece gli stessi dell’anno precedente: l’A/H3N2 Hong Kong e i due virus B, B/Brisbane e B/Phuket. 
«In attesa di ricevere dati più certi, quest’anno si tratterà probabilmente di un’influenza d’intensità media, ma non per questo da trascurare: ogni anno si contano migliaia di decessi tra i soggetti più fragili. Per fortuna, dopo una disaffezione iniziale per il vaccino antinfluenzale, parallela a quella per altri vaccini, gli ultimi i dati sono in miglioramento con numeri incoraggianti».
L’anno scorso, continua l’esperto, la copertura vaccinale negli over 65 ha sfiorato il 50%, purtroppo ancora limitata se si pensa che in questa fascia d’età il 10% dei casi di influenza va incontro complicanze. Per questo negli anziani che hanno avuto più contatti con i virus è raccomandato il vaccino antinfluenzale trivalente, anche se ad avere la più elevata risposta immunitaria sono i bambini. Secondo il virologo, dovrebbero vaccinarsi i gruppi più vulnerabili come bambini, anziani, pazienti immunodepressi, con problemi cronici respiratori e cardiaci. 
I sintomi sono più o meno gli stessi di tutti gli anni: infezioni delle alte e basse vie respiratorie accompagnate da tosse e mal di gola, febbre, mal di testa e dolori articolari che nella passata stagione hanno fatto passare in media 6 giorni a letto a chi è stato colpito dall’influenza. Ma che ogni anno, secondo le stime dell’Istituto superiore di sanità (Iss), provocano la morte di 8000 persone, soprattutto in età avanzata, per complicanze quali polmonite e broncopolmonite causate dall’infezione virale.



1
Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!