SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

CEFALEE

 

LE CEFALEE

Responsabile Scientifico Canale Cefalee:
Dr.ssa Sheila Leone - Specialista in Farmacologia
20/09/2017, 17:10

bambini, screening visivo, falsi positivi, difetti refrattivi, test riflesso rosso, red reflex



Oftalmologia,-screening-visivo-inattendibile-nei-bambini-d’età-inferiore-ai-3-anni


 «La vista cresce di pari passo con il bambino, per questo uno screening troppo precoce dei difetti refrattivi quali miopia, ipermetropia e astigmatismo rischia di condurre a molti, troppi "falsi positivi" vanificando le visite oculistiche preventive



«La vista cresce di pari passocon il bambino, per questo unoscreening troppo precoce dei difetti refrattivi quali miopia,ipermetropia e astigmatismo rischia dicondurre a molti, troppi "falsi positivi" vanificando le visite oculistichepreventive e aumentando il ricorso a visite specialistiche non necessarie, conconseguenti ricadute economiche sul Servizio sanitario nazionale».A sostenerlo è PaoloNucci, direttore della Clinica oculistica universitaria dell’Ospedale SanGiuseppe di Milano e Presidente della Società Italiana di oftalmologia pediatrica (Siop-Ispo),che in questo modo commenta le raccomandazioni pubblicate da JAMA Ophthalmology,gli opinionisti della quale esprimono perplessità sull’efficacia delloscreening visivo sotto i 3 anni d’età.«Quanto espresso da JAMA -sottolinea Nucci - è condivisibile per quanto riguarda l’inefficacia degliscreening dei difetti refrattivi prima dei 3 anni, ma è invece importantissimo effettuare tempestivamente il test delriflesso rosso (red reflex), screening che deve essere effettuatoprecocemente e ripetuto più volte anche da professionisti diversi. Si tratta diun test fondamentale per il riconoscimento precoce di alcune patologie gravicome la cataratta congenita, il glaucoma congenito e il retinoblastoma».Il red reflex è uno dei test chiave da effettuare già allanascita del bambino. «Quello è ilmomento giusto - conclude l’esperto - per andare alla ricerca del riflessorosso, che deve essere simmetrico e normale nei due occhi per indicare che levie ottiche sono trasparenti e lasciano passare il messaggio visivo».


1
Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!