SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

CEFALEE

 

LE CEFALEE

Responsabile Scientifico Canale Cefalee:
Dr.ssa Sheila Leone - Specialista in Farmacologia
08/09/2017, 13:56

malaria, italia, esportazione, africa



Sono-637-i-casi-di-malaria-importati-ogni-anno-in-Italia-dalle-aree-endemiche-del-mondo


 L’Italia importa mediamente 637 casi di malaria l’anno dai paesi dove la malattia è endemica, seconda in Europa solo a Francia e Gran Bretagna. A confermarlo è uno studio pubblicato...



L’Italia importa mediamente 637 casi di malaria l’annodai paesi dove la malattia è endemica, seconda in Europa solo a Francia e GranBretagna. A confermarlo è uno studio pubblicato quest’anno da Lancet Infectious Diseases. I ricercatori dell’università di Southampton hannoraccolto le segnalazioni di casi importati di malaria tra il 2005 e il 2015,cercando di definirne la provenienza sulla base del ceppo di plasmodio, ilparassita trasmesso dalle zanzare, e realizzando un database di oltre 50 milapazienti residenti in 40 nazioni dove la malattia non è endemica. Nel 56% deicasi, secondo i ricercatori, ad "esportare" la malaria sono paesidell’Africa occidentale, con rotte preferenziali che seguono quelle dei volicommerciali. Il paese che importa più casi è dunque la Francia (inmedia circa 2200), seguita da Gran Bretagna (circa 1800), Stati Uniti (1500) eItalia con 637 notifiche. Secondo la circolare del Ministero della Salute sullaprevenzione pubblicata, lo scorso dicembre nel periodo 2010-2015 i casi dimalaria notificati sono stati 3633, di cui l’89% accertato. Tra i cittadiniitaliani si sono riscontrati il 20% dei casi, di cui il 41% in viaggio perlavoro, il 22% per turismo, il 21% per volontariato/missione religiosa. Secondo il World Malaria Report, nel 2015 in tutto ilmondo si sono registrati 212 milioni di casi che hanno portato a 429 mila decessi.Il 90% dei casi si è verificato nella regione africana dell’Oms, il 7% inquella asiatica e il 2% nel mediterraneo orientale.


1
Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!