SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

CEFALEE

 

LE CEFALEE

Responsabile Scientifico Canale Cefalee:
Dr.ssa Sheila Leone - Specialista in Farmacologia
07/07/2017, 14:31

occhiali da sole, protezione, commissione della vista, protezione da agenti esterni, occhi, raggi UV, disfunzioni oculari, patologie croniche



Allarme-sotto-l’ombrellone,-un-terzo-degli-italiani-in-vacanza-senza-occhiali-da-sole


 Solo il 60% degli italiani utilizza gli occhiali da sole, e di questi il 30% non li indossa mai, il 18% raramente e solo il 52 % li ritiene "indispensabili. Appena il17% ne possiede più di un paio e in troppi cedono alle offerte low cost...



Solo il 60% degli italiani utilizza gli occhiali da sole, e di questi il 30% non li indossa mai, il 18% raramente e solo il 52 % li ritiene "indispensabili. Appena il17% ne possiede più di un paio e in troppi cedono alle offerte low cost. Questi gli ultimi dati della Commissione della Vista che sottolinea come gli occhi, soprattutto in estate, vadano protetti dagli agenti esterni in grado di danneggiarli, in primo luogo il sole.
«L’esposizione eccessiva ai raggi ultravioletti (UV) e alla luce blu può provocare danni acuti e cronici agli occhi» avverte Andrea Giani, oftalmologo e ricercatore dell’Università di Milano. «L’esposizione prolungata al sole senza protezione o con un occhiale non idoneo può portare a disfunzioni della superficie oculare. Inoltre, a lungo termine ciò potrebbe contribuire allo sviluppo di patologie croniche come cataratta e maculopatie. Per questo è necessario imparare a proteggersi in maniera adeguata».
A preoccupare sono soprattutto le giovani generazioni e gli anziani: sono loro a rischiare più degli altri. Soltanto l’11% dei giovanissimi e il 10% degli over 55 utilizza lenti protettive con regolarità; addirittura il 60% dei bambini tra i 2 e i 6 anni non ha mai inforcato un occhiale da sole, benché gli occhi degli under 15 siano i più delicati e bisognosi di uno schermo adeguato di qualità.
Gli occhiali da sole, inoltre, andrebbero scelti secondo le proprie esigenze e delle condizioni di utilizzo. «Non tutti gli occhiali sono uguali», raccomanda lo specialista. «Durante lo sport servono lenti resistenti agli urti e in grado di proteggere dai raggi UV anche in condizioni estreme. Alla guida occorre prestare attenzione alla colorazione delle lenti per garantire una adeguata protezione senza pregiudicare la visione nel passaggio dalla luce al buio delle gallerie. Non stiamo parlando quindi solo di un vezzo modaiolo, ma di uno strumento che deve rispondere a criteri ben precisi».



1
Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!