SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

CEFALEE

 

LE CEFALEE

Responsabile Scientifico Canale Cefalee:
Dr.ssa Sheila Leone - Specialista in Farmacologia
30/06/2017, 17:13

russare, sindrome apnea ostruttiva, apnea notturna, ipertensione, ictus, infarto, aritmie, diabete, obesit, valutazione medica, circonferenza collo



Apnea-ostruttiva-durante-il-sonno,-i-5-fattori-di-rischio-da-non-sottovalutare


 Russare non è solo fastidioso per chi ci dorme accanto, ma rappresenta anche l’anticamera di un disturbo tutto fuorché innocente: la sindrome dell’apnea ostruttiva (OSA) durante il sonno...



Russare non è solo fastidioso per chi ci dorme accanto, ma rappresenta anche l’anticamera di un disturbo tutto fuorché innocente: la sindrome dell’apnea ostruttiva (OSA) durante il sonno. Non curarla, secondo gli esperti della University of Michigan Sleep Disorders Center di Clare negli Stati Uniti, significa andare incontro a un aumento del rischio di ipertensione arteriosa, infarto del miocardio, aritmia cardiaca, ictus e diabete di tipo 2, che non risparmia neppure la popolazione pediatrica.
Fondamentale, a questo punto, è cercare di valutare in qualche modo il rischio di OSA attraverso una serie di poche ma semplici domande alle quali rispondere:

Ma io russo?
Non necessariamente chi russa soffre di apnea ostruttiva durante il sonno. Ma è necessario sottoporsi ad una valutazione medica per la ricerca di altri fattori di rischio di OSA da sottoporre ad indagine clinica.

Ho una storia pregressa di ictus o attacchi ischemici transitori (TIA)?
In caso di precedenti eventi di ischemia cerebrale il rischio di OSA è molto elevato. Curare questo disturbo significa evitare di affrontare altri eventi ischemici e/o disturbi cardiovascolari. 

Soffro di ipertensione arteriosa?
In caso di ipertensione arteriosa, soprattutto quando non risponde bene ai farmaci antipertensivi, è bene rivolgersi al proprio medico curante per un’eventuale indagine sul rischio di OSA.

Quanto misura la circonferenza del mio collo?
Una circonferenza superiore a 40 cm può esporci al rischio di OSA, indipendentemente dal genere maschile o femminile.

Sono in sovrappeso od obeso?
La correlazione tra OSA e obesità è alquanto complessa, ma nei soggetti con un indice di massa corporea (BMI) elevato il rischio di apnea ostruttiva durante il sonno è molto alto a causa dei depositi di grasso localizzati intorno al tratto superiore delle vie aeree. Un rischio che interessa particolarmente gli uomini e le donne dopo la menopausa. Di fronte anche ad uno solo di questi fattori di rischio, suggeriscono i clinici statunitensi, è bene rivolgersi al medico di famiglia o ad uno specialista dei disturbi del sonno.


1
Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!