SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

CEFALEE

 

LE CEFALEE

Responsabile Scientifico Canale Cefalee:
Dr.ssa Sheila Leone - Specialista in Farmacologia
03/02/2017, 18:50

pressione arteriosa, obiettivo, ipertensione, salute, news,



Linee-guida-USA,-negli-over-60-la-pressione-arteriosa-sistolica-va-tenuta-sotto-i-150-mmHg


 Nelle nuove linee guida pubblicate su Annals of Internal Medicine l’American College of Physicians (ACP) e l’American Academy of Family Physicians (AAFP) raccomandano moderazione nel controllo della pressione..



Nelle nuove linee guida pubblicate su Annals of Internal Medicine l’American College of Physicians (ACP) e l’American Academy of Family Physicians (AAFP) raccomandano moderazione nel controllo della pressione arteriosa negli gli adulti dai 60 anni in sù. «L’obiettivo è di mantenere la sistolica sotto i 150 millimetri di mercurio (mmHg) negli ultrasessantenni per ridurre i rischi di ictus, eventi cardiaci e morte», spiega Amir Qaseem del Penn Health System di Philadelphia in Pennsylvania. In sintesi, i pazienti con pressione massima costantemente sopra 150 mmHg dovrebbero iniziare la terapia antipertensiva allo scopo di riportarla a valori sotto questa soglia. Viceversa, chi ha avuto un ictus o un attacco ischemico transitorio o chi presenta un elevato rischio cardiovascolare (anziani con diabete, malattia renale cronica, sindrome metabolica) dovrebbe iniziare o intensificare la terapia antipertensiva puntando a mantenere la sistolica sotto i 140 mmHg. 
Secondo gli autori, gran parte dei vantaggi associati a valori inferiori alla soglia raccomandata riguardano tutti, indipendentemente dalla presenza o meno di diabete. 
«Il documento contiene anche un invito a utilizzare i farmaci antipertensivi generici che hanno un’efficacia simile a quelli "griffati" a fronte di costi ridotti, che tra l’altro favorisce l’aderenza del paziente alla terapia» avverte Qaseem, sottolineando che le linee guida ACP/AAFP suggeriscono agli operatori sanitari di tenere presente il fenomeno dell’ipertensione da camice bianco e raccomandano di misurare accuratamente la pressione prima di iniziare o modificare il trattamento antipertensivo. 


1
Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!