SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

CEFALEE

 

LE CEFALEE

Responsabile Scientifico Canale Cefalee:
Dr.ssa Sheila Leone - Specialista in Farmacologia
31/01/2017, 11:13

hpv, infezione genitale, papillomavirus, vaccino,



Ancora-troppo-bassa-la-copertura-vaccinale-contro-l’infezione-genitale-da-Hpv-negli-uomini


 È ancora bassa nella popolazione maschile la copertura vaccinale contro l’infezione genitale da papillomavirus umano (Hpv).



È ancora bassa nella popolazione maschile la copertura vaccinale contro l’infezione genitale da papillomavirus umano (Hpv)
A sostenerlo è uno studio di Jasmine Han della Divisione di oncologia ginecologica del Womack Army Medical Department Center a Fort Bragg in North Carolina, pubblicato su Jama Oncology. 

«Secondo i ricercatori, mentre la prevalenza dell’infezione genitale da Hpv e la copertura vaccinale tra le donne sono note, mancano i dati sulla popolazione maschile. A tale scopo è stata presa in esame una coorte di uomini americani tra i 18 e i 59 anni nel corso della National Health and Nutrition Examination Survey (Nhanes) 2013-2014. Dopo aver estratto il Dna da campioni di tamponi penieni autoraccolti, è stata effettuata la genotipizzazione del virus con tecniche di amplificazione genica arricchite dalle interviste standardizzate a domicilio relative alle informazioni demografiche e relative alle vaccinazioni. 

«Al termine dello studio, durante il quale sono stati esaminati 1868 uomini, è emerso che la prevalenza globale dell’infezione genitale da Hpv era del 45,2%, mentre quella di infezione da almeno un sottotipo di Hpv ad alto rischio individuato dal test del Dna era del 25,1%» spiega la ricercatrice, aggiungendo che negli uomini vaccinati la prevalenza di infezione con vaccino quadrivalente e nonavalente si attestava rispettivamente al 7,1% e al 15,4%. «Questi risultati indicano che la vaccinazione anti-Hpv può avere un effetto maggiore sulla trasmissione dell’infezione e sulla prevenzione del cancro non solo nelle donne, ma anche negli uomini rispetto a stime precedenti».


1
Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!