SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

CEFALEE

 

LE CEFALEE

Responsabile Scientifico Canale Cefalee:
Dr.ssa Sheila Leone - Specialista in Farmacologia
20/03/2015, 17:06

malattie della pelle, psoriasi, acne, cheratosi attinica,



Boom-di-malattie-della-pelle,-ad-imperversare-sono-psoriasi-e-acne-giovanile


 Le patologie cutanee sono sempre più in aumento: se da un lato l’acne colpisce con diversa intensità circa il 90% dei giovani, la psoriasi interessa invece ben il 3% della popolazione mondiale, circa 125 milioni di pazienti di cui...



Le patologie cutanee sono sempre più in aumento: se da un lato l’acne colpisce con diversa intensità circa il 90% dei giovani, la psoriasi interessa invece ben il 3% della popolazione mondiale, circa 125 milioni di pazienti di cui oltre 2 milioni e mezzo solo in Italia. La cheratosi attinica, una lesione neoplastica della cute allo stadio iniziale attualmente sotto diagnosticata, colpisce poi l’1,4% degli italiani sopra i 45 anni. 
La psoriasi si presenta sotto forma di chiazze rosse e rotondeggianti, ben delimitate, che tendono a confluire e ad essere ricoperte da squame biancastre. «Per questa patologia - spiega Giampiero Girolomoni, presidente della Società italiana di dermatologia - le prospettive di trattamento sono molte migliorate, ma molta gente sottovaluta il problema. In questo modo può passare del tempo prima che si arrivi alla formulazione della diagnosi e alla prescrizione di una terapia». 
Secondo Alberto Giannetti, professore emerito di Dermatologia all’Università di Modena e Reggio Emilia, «l’acne è la malattia cutanea più diffusa dell’età puberale e post-puberale, e fino al 90% dei giovanissimi ne è affetto in qualche forma».
Più pericolosa, anche se meno conosciuta, è la cheratosi attinica causata dall’effetto cumulativo dell’esposizione ai raggi UV, una conseguenza dell’esposizione non protetta ai raggi solari, dell’uso di lettini solari e dell’età avanzata. Il problema è che, per evitare che queste lesioni cutanee possano trasformarsi in carcinoma squamocellulare invasivo, la diagnosi deve essere tempestiva. Un fattore questo indispensabile per il raggiungimento di buoni risultati terapeutici.
Un ulteriore problema legato alle patologie della pelle è l’aumento delle resistenze batteriche agli antibiotici attualmente disponibili «oltre all’assenza - come sottolinea Roberto Mattina, direttore della Scuola di specializzazione in Microbiologia e virologia dell’Università di Milano - di nuovi antibiotici immessi sul mercato per contrastare questo fenomeno». 



1
Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!