SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

CEFALEE

 

LE CEFALEE

Responsabile Scientifico Canale Cefalee:
Dr.ssa Sheila Leone - Specialista in Farmacologia
20/01/2017, 12:59

HIV, virus, immunodeficienza, Aids, malattia,



Sono-di-origine-marina-ed-hanno-quasi-500-milioni-di-anni-i-retrovirus-come-l’HIV-


 Mezzo miliardo di anni. È questa l’età dei retrovirus come l’HIV che potrebbero essere arrivati dal mare. Una scoperta che giunge dagli scienziati della Oxford University, autori di uno studio pubblicato sulla rivista Nature Communication.



Mezzo miliardo di anni. È questa l’età dei retrovirus come l’HIV che potrebbero essere arrivati dal mare. Una scoperta che giunge dagli scienziati della Oxford University, autori di uno studio pubblicato sulla rivista Nature Communication. 
«Delle origini si sa ancora molto poco, in parte a causa della mancanza di reperti fossili geologici», spiega Aris Katzourakis del Dipartimento di zoologia dell’ateneo britannico. «I retrovirus sono ampiamente distribuiti tra i vertebrati e possono anche trasmettersi fra gli ospiti contribuendo all’insorgenza di malattie nuove come l’immunodeficienza umana acquisita. Hanno anche dimostrato di essere in grado di saltare da un ospite all’altro lontanamente correlato, come uccelli e mammiferi. Ma fino ad oggi si pensava che questi virus fossero più recenti, intorno ai 100 milioni di anni».
La nuova ricerca mostra che invece hanno almeno 450 milioni di anni e che devono aver avuto origine almeno insieme ai loro ospiti vertebrati nella prima era paleozoica. Addirittura, sarebbero stati presenti nei nostri antenati vertebrati prima della colonizzazione della terra e avrebbero dunque accompagnato i loro ospiti durante la transizione dal mare alla terra. Un lungo cammino insieme fino ai giorni nostri. 
La famiglia dei retrovirus, oltre a comprendere il virus HIV responsabile della pandemia di Aids, possono anche provocare tumori e immunodeficienze in una serie di animali. Il prefisso "retro" che ne compone il termine indica la caratteristica del loro patrimonio genetico costituito da acido ribonucleico (RNA), il quale può essere convertito in acido desossiribonucleico (DNA) grazie alla trascrittasi inversa per poterlo poi inserire nel genoma del loro ospite. 
In questo studio i ricercatori hanno rinvenuto per la prima volta fossili genomici di retrovirus in ospiti molto diversi tra loro, compresi pesci a pinne raggiate e anfibi, a dimostrazione della rapida evoluzione dei virus. 
Secondo Katzourakis, «gli adattamenti che i vertebrati hanno sviluppato per combattere i virus e le corrispettive contromisure virali, vanno considerati come il prodotto di una continua corsa alle armi che risale a centinaia di milioni di anni fa. Le origini dei retrovirus che abbiamo dedotto coincidono con le origini dell’immunità adattativa, e quindi è probabile che i retrovirus abbiano giocato un ruolo significativo nella nascita di questo strumento chiave della difesa antivirale dei vertebrati. Conoscere i dettagli di questa corsa alle armi, dunque, ci pone in una posizione migliore dalla quale agire per sviluppare nuove cure e interventi terapeutici». 


1
Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!