SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

CEFALEE

 

LE CEFALEE

Responsabile Scientifico Canale Cefalee:
Dr.ssa Sheila Leone - Specialista in Farmacologia
20/01/2017, 12:44

dolori di stagione, maltempo, umiditŗ, salute,



Sfatato-il-mito-archeologico-del-freddo-responsabile-di-dolori-e-acciacchi-osteomuscolari


 A quanto pare i cosiddetti "dolori di stagione" non esistono. Lo assicurano gli scienziati del The George Institute for Global Health australiano grazie a due studi clinici che hanno provato...



A quanto pare i cosiddetti "dolori di stagione" non esistono. Lo assicurano gli scienziati del The George Institute for Global Health australiano grazie a due studi clinici che hanno provato a indagare sul presunto legame fra alcuni problemi di salute e l’andamento della colonnina di mercurio.
Secondo Chris Maher del gruppo di ricerca, l’equivoco nasce da credenze che risalgono ai tempi degli antichi Romani e che, nel corso dei secoli, si sono consolidate a tal punto da indurci a selezionare inconsciamente i nostri ricordi: convinti che il freddo e l’umidit√† scatenano o peggiorano determinati dolori, tendiamo a rammentare quelli che ci colpiscono nei giorni di maltempo, rimuovendo invece gli attacchi insorti quando il cielo √® soleggiato e le temperature sono miti.
L’indagine hanno coinvolto quasi 1000 persone con lombalgia e circa 350 con gonalgia per osteoartrite del ginocchio. Durante tutto il periodo di studio i ricercatori hanno raccolto i dati registrati dall’Ufficio meteorologico australiano, confrontando le condizioni meteo segnalate al momento in cui i pazienti iniziavano a lamentare acciacchi con quelle di una settimana o di un mese prima. La conclusione degli scienziati √® che non esiste associazione fra mal di schiena e condizioni ambientali quali temperatura, umidit√†, pressione atmosferica, direzione dei venti o precipitazioni. Al contrario le alte temperature sembrano aumentare lievemente il rischio di dolori, ma l’incremento √® stato giudicato statisticamente non significativo. Insomma, anche sulla base di precedenti osservazioni in letteratura, parrebbe non esistere per i ricercatori australiani alcuna correlazione tra dolori e meteorologia.
¬ęChi ne soffre non dovrebbe concentrarsi sul tempo meteorologico - avverte Manuela Ferreira, autrice di un ulteriore studio in corso di pubblicazione su Osteoarthritis and Cartilage - semplicemente perch√© non ha un’influenza importante sui sintomi ed √® un fattore impossibile da controllare. Piuttosto, sarebbe meglio per loro concentrarsi su una corretta gestione del dolore e sulla sua prevenzione, rassegnandosi alle leggi del calendario e delle stagioni¬Ľ.


1
Create a website


Registrati Gratuitamente

√ą IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!