SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

CEFALEE

 

LE CEFALEE

Responsabile Scientifico Canale Cefalee:
Dr.ssa Sheila Leone - Specialista in Farmacologia
18/01/2017, 18:48

batteri intestinali, latte materno, salute,



Salute:-batteri-intestino-arricchiscono-latte-materno,-studio-italiano-


 Una poppata di salute, e di batteri intestinali. Uno studio italiano svela che il microbiota arricchisce anche il latte materno, condizionandone le proprietà e gli effetti sulle condizioni e sullo sviluppo del bebè.



Una poppata di salute, e di batteri intestinali. Uno studio italiano svela che il microbiota arricchisce anche il latte materno, condizionandone le proprietà e gli effetti sulle condizioni e sullo sviluppo del bebè. La ricerca - pubblicata sull’’Isme Journal’, rivista del gruppo Nature - è stata condotta dall’équipe di Lorenzo Drago del Dipartimento di scienze biomediche per la salute dell’università degli Studi di Milano, in collaborazione con il Dipartimento di pediatria dell’università di Verona e la Pro-Africa Foundation. Gli scienziati, riferiscono dall’ateneo meneghino, hanno applicato per la prima volta al mondo una metodologia già impiegata per lo studio delle reti neurali cerebrali.
In particolare, si legge nel lavoro, è stato analizzato il microbiota del colostro e del latte maturo di 2 gruppi di mamme reclutate con i loro neonati al Policlinico Giambattista Rossi di Verona e all’ospedale di Ngozi in Burundi. Donne, quindi, caratterizzate da una dieta molto differente: quella delle madri italiane più ricca di proteine animali, zuccheri e grassi, e meno di fibre, frutta e verdura; quella delle ’colleghe’ africane più ricca di cereali, legumi, vegetali e fibre, e povera di zuccheri, proteine e grassi animali.
Dal confronto, spiegano dalla Statale milanese, è emerso che le connessioni e le interazioni tra batteri di latte e colostro delle mamme del Burundi sono più complesse e articolate rispetto a quelle delle mamme della Penisola. "Secondo recenti scoperte - sottolineano dall’università - questo maggiore arricchimento e variabilità del microbiota potrebbe influenzare positivamente lo stato di salute del bambino". Il lavoro ha evidenziato inoltre che alcuni microrganismi sarebbero in grado di passare dall’intestino al latte materno (circolo entero-mammario), e che quindi un certo tipo di alimentazione può influenzare non solo il microbiota intestinale, ma anche quello del colostro e del latte maturo.
"Tale sperimentazione, che ha delle ricadute rilevanti sui differenti stili di vita, e quindi sul corretto equilibrio del nostro microbiota - concludono i ricercatori - rafforza il concetto dell’importanza dell’allattamento al seno e dell’alimentazione materna durante tale fase della vita".


1
Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!