SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

CEFALEE

 

LE CEFALEE

Responsabile Scientifico Canale Cefalee:
Dr.ssa Sheila Leone - Specialista in Farmacologia
13/01/2017, 17:27

allergia, arachidi, alimentazione, bambini,



Pediatria,-arrivano-dagli-USA-le-nuove-linee-guida-contro-le-allergie-da-arachidi-


 Da oggi le arachidi non vanno più viste come nemiche assolute dei bambini. Le nuove linee guida diffuse in questi giorni...



Da oggi le arachidi non vanno più viste come nemiche assolute dei bambini. Le nuove linee guida diffuse in questi giorni negli Stati Uniti suggeriscono che introdurle nel menu dei piccoli già a pochi mesi (con alcune precauzioni) potrebbe essere d’aiuto contro le allergie. Recenti studi hanno infatti suggerito che l’esposizione precoce all’alimento sarebbe in grado di ridurre il rischio di allergia di oltre l’80%, tanto da spingere gli esperti americano a raccomandare questa strategia.
Negli Usa le allergie sono in aumento, con numeri più che quadruplicati dal 2008 e trend simili anche in altri paesi del mondo. Tuttavia, precisano gli esperti, le arachidi vanno proposte con attenzione ai bebè: prima di tutto non intere, per evitare il rischio di soffocamento. Spesso i genitori sono diffidenti verso la possibilità di introdurre troppo presto le arachidi nella dieta dei loro bambini, anche perché finora i consigli dei medici sono sempre stati cautelativi: attendere i 3 anni prima di mettere le noccioline nel piatto.
Le nuove indicazioni, invece, suggeriscono che i piccoli con altre allergie o forme gravi di eczema dovrebbero cominciare ad assumere cibi contenenti arachidi tra i 4 e i 6 mesi sotto supervisione del medico, i bambini con eczema lieve a circa 6 mesi, mentre per chi non ha allergie l’alimento in questione può essere introdotto liberamente. 
"Ci aspettiamo - avverte Anthony Fauci, direttore del National Institute of Allergy and Infectious Diseases - che una diffusa implementazione di queste linee guida da parte degli operatori sanitari possa prevenire lo sviluppo di allergia alle arachidi in molti bambini suscettibili e, quindi, ridurre la prevalenza di questa allergia negli Stati Uniti». 


1
Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!