SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

CEFALEE

 

LE CEFALEE

Responsabile Scientifico Canale Cefalee:
Dr.ssa Sheila Leone - Specialista in Farmacologia
06/01/2017, 10:00

insulina, alopecia, caduta capelli, aiuto,



Insulina-arma-anticalvizie-grazie-alla-sua-capacità-di-rigenerare-i-follicoli-piliferi


 Non è solo una terapia salvavita per molti portatori di diabete l’ormone prodotto dal pancreas per controllare il livello di zuccheri nel sangue.



Non è solo una terapia salvavita per molti portatori di diabete l’ormone prodotto dal pancreas per controllare il livello di zuccheri nel sangue. L’insulina potrebbe essere anche un’arma strategica nella lotta all’alopecia, patologia che colpisce circa 8 milioni di uomini nel nostro paese, mentre 6 milioni di donne soffrono di diradamento dei capelli. Un disturbo che, se non affrontata con terapie mirate, è in grado di compromettere non solo la salute fisica di chi ne soffre, ma anche di causare un grave disagio psicologico soprattutto nella popolazione femminile.
A sostenerlo sono gli esperti di HairClinic, centro internazionale dedicato alla cura della calvizie, che ha messo a punto il Protocollo di medicina rigenerativa bSBS, ovvero il trattamento oggi più efficace per fermare la caduta dei capelli e aiutare a ripopolare le aree diradate del cuoio capelluto. 
«Aggiungere l’insulina nella stimolazione dei follicoli non ancora atrofizzati (sofferenti sì, ma ancora reattivi) - spiega Mauro Conti, responsabile scientifico HairClinic - permette la creazione di un ambiente favorevole alla ricrescita dei capelli. Nel corso del trattamento hCRP, parte del Protocollo avanzato di medicina rigenerativa, si procede a una separazione cellulare grazie alla quale isoliamo le migliori molecole del sangue stesso del paziente per poi iniettarle nuovamente nel suo cuoio capelluto. Grazie alla presenza di insulina, aggiungiamo sostanze nutritive utili ed efficaci per la ricrescita dei capelli nelle aree diradate e in generale per rinforzare l’intero parco follicolare».
Il trattamento di medicina rigenerativa bSBS, che fino ad oggi ha fornito i risultati migliori nel contrastare gli effetti dell’alopecia, non è una terapia invasiva né chirurgica, ma duratura ed efficace nel tempo, applicabile ai diversi casi di calvizie e in pazienti con storie cliniche differenti. 


1
Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!