SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

CEFALEE

 

LE CEFALEE

Responsabile Scientifico Canale Cefalee:
Dr.ssa Sheila Leone - Specialista in Farmacologia
30/12/2016, 11:25

fuochi d?artificio, capodanno, polveri sottili, consigli, salute,



Come-evitare-lo-smog-da-botti-e-fuochi-d’artificio-di-Capodanno-che-avvelena-il-respiro-


 Polveri sottili, stronzio, bario, rame, alluminio, titanio e ferro: a Capodanno l’aria può diventare un cocktail esplosivo irrespirabile.



Polveri sottili, stronzio, bario, rame, alluminio, titanio e ferro: 
a Capodanno l’aria può diventare un cocktail esplosivo irrespirabile. «Anziani e bambini, oltre ai pazienti con malattie respiratorie come l’asma, dovrebbero evitare di respirare il fumo dei botti, soprattutto se insieme sono presenti anche fuochi colorati». A mettere in guardia gli italiani in vista del Veglione è Antonio Voza, responsabile del Pronto soccorso all’IRCCS Istituto clinico Humanitas di Rozzano, fuori Milano.
I fuochi d’artificio (i cosiddetti razzi), se inalati, possono provocare disturbi respiratori a causa del fumo saturo di microscopiche particelle di metalli polverizzati con cui si preparano i botti colorati. «Innanzitutto - avverte l’esperto - gli spettacoli con i botti di Capodanno inducono un aumento vertiginoso delle polveri sottili nell’aria, che superano abbondantemente il valore limite tollerato. E le sostanze così rilasciate nell’aria, che diventa densa e talvolta irrespirabile anche per chi non soffre di patologie, aumentano la concentrazione di polveri metalliche che possono provocare irritazione delle alte vie respiratorie, indurre crisi asmatiche nei malati asmatici e difficoltà respiratorie in anziani e bambini».
Anche se gli effetti di saturazione dell’aria dovuti alle polveri metalliche si riscontrano dopo circa 20 minuti dall’esplosione, a chi non intende rinunciare agli spettacoli pirotecnici per dire salutare il 2017 il medico consiglia di coprire bocca e naso con una semplice sciarpa o un fazzoletto, ed evitare di esporsi al fumo di Capodanno per tempi prolungati.


1
Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!