SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

CEFALEE

 

LE CEFALEE

Responsabile Scientifico Canale Cefalee:
Dr.ssa Sheila Leone - Specialista in Farmacologia
16/12/2016, 16:22

pet therapy, anziani, animali domestici, compagnia,



Sanità-in-cifre,-due-anziani-su-cinque-traggono-benefico-da-un-animale-domestico-


 Hanno un buon rapporto con gli animali domestici gli anziani: ben 2 su 5 ne hanno uno, il 38% li porta in vacanza con sé e il 97% è convinto che la loro compagnia sia di sollievo nella malattia.



Hanno un buon rapporto con gli animali domestici gli anziani: ben 2 su 5 ne hanno uno, il 38% li porta in vacanza con sé e il 97% è convinto che la loro compagnia sia di sollievo nella malattia. È questa la fotografia tracciata nel "Volume SIC - Sanità in cifre", realizzato come ogni anno dall’omonimo Centro studi di Senior Italia e giunto alla sua X edizione, che quest’anno analizza anche le abitudini e gli stili di vita della popolazione anziana. 
In particolare, i dati indicano che il 39% degli intervistati possiede un animale domestico, spende mediamente 786 euro l’anno di cui circa 125 euro per le spese veterinarie, circa 425 euro per il cibo e circa 237 euro per l’igiene. Per il 93% degli intervistati la compagnia di un animale domestico è "molto" o "abbastanza" importante. I senior mostrano un buon livello di conoscenza della "pet therapy" (78%) e il 97% degli intervistati la ritiene "molto" o "abbastanza" importante nel dare sollievo dalla malattia o beneficio allo stato d’animo delle persone. 
Gli anziani, inoltre, non abbandonano gli animali: il 38% del campione è solito portarli con sé in vacanza; la metà li lascia nelle abitazioni di figli, parenti o amici; il 12% in strutture/hotel appositi per animali da compagnia. Circa il 20% degli intervistati ha rinunciato a una vacanza perché la struttura di destinazione non accettava animali domestici.


1
Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!