SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

CEFALEE

 

LE CEFALEE

Responsabile Scientifico Canale Cefalee:
Dr.ssa Sheila Leone - Specialista in Farmacologia
02/12/2016, 11:06

cocaina, cuore, droga, rischi, salute, infarto,



Ecco-come-la-cocaina-danneggia-cuore-dei-giovani


 La cocaina fa male al cuore, anche a quello dei giovani. E il danno c’è indipendentemente dal modo in cui si assume...



«La cocaina fa male al cuore, anche a quello dei giovani. E il danno c’è indipendentemente dal modo in cui si assume. I rischi esistono anche per chi prova solo una volta, ma questo i ragazzi non lo sanno: parliamo di trombosi, spasmi, aritmie, fibrillazione e infarto». A sostenerlo è il cardiologo Antonio Rebuzzi, dell’Università Cattolica di Roma e direttore di Terapia intensiva cardiologica del Policlinico Gemelli.
Il celebre neurologo Gulio Maira «ha spiegato come e perché alcol e droga danno dipendenza, io invece - spiega Rebuzzi - ho parlato del danno al cuore, in particolare da cocaina. Il consumatore tipo è giovane, fuma e non ha problemi cardiaci. Ebbene, bisogna parlare chiaro: anche un cuore sano rischia l’infarto. La cocaina infatti aumenta pressione, adrenalina e necessità di ossigeno. Ecco perché può provocare trombi, spasmo alle coronarie, aritmie e fibrillazione ventricolare. Uno studio sugli under 50 colpiti da infarto ha rivelato che fra quelli sotto i 30 anni il 25% era cocainomane».
Inoltre, «il mix coca più alcol, che è abituale, aumenta di 20 volte il rischio di mortalità. Qui non parliamo di pericoli teorici» aggiunge l’esperto. «Ho fatto vedere ai ragazzi pezzi operatori, valvole sostituite in pazienti giovani con endocarditi, che assumevano droga. Mi sono parsi onestamente interessati: non sapevano davvero cosa si rischia. Ecco, mi pare che queste iniziative siano utili proprio perché contribuiscono a far capire ai giovani quali sono i pericoli reali. Inoltre, molti ragazzi ci hanno chiesto se il rischio c’è anche se si prova una sola volta: la risposta è affermativa».


1
Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!