SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

CEFALEE

 

LE CEFALEE

Responsabile Scientifico Canale Cefalee:
Dr.ssa Sheila Leone - Specialista in Farmacologia
11/11/2016, 11:42

social media, facebook, relazioni, longevit,



Facebook-app-di-lunga-vita,-ma-solo-se-rafforza-le-relazioni-interpersonali-e-le-amicizie-reali


 I social media fanno vivere di più. Almeno quando servono a mantenere e a migliorare le relazioni interpersonali reali, non quelle virtuali.



I social media fanno vivere di più. Almeno quando servono a mantenere e a migliorare le relazioni interpersonali reali, non quelle virtuali. Quindi, addio alla conta ossessiva dei like sui post, e Facebook potrà contribuire concretamente alla nostra longevità. Almeno secondo un megastudio su 12 milioni di utenti della rete social creata da Mark Zuckerberg. I ricercatori dell’Università della California di San Diego e dell’Università Yale di New Haven in Connecticut, che hanno pubblicato l’indagine su Proceedings of the National Academy of Sciences, confermano quanto la scienza ormai certifica da tempo: chi ha forti relazioni sociali vive più a lungo. Documentando però, per la prima volta, il contributo che i social media possono fornire alla rete di conoscenze. Il team ha misurato l’attività on line del loro ampissimo campione per 6 mesi, mettendo a confronto i dettagli raccolti sulle persone rimaste in vita per tutto il periodo con quelli dei partecipanti poi deceduti. Il primo dato emerso è che chi ha una pagina Facebook vive più a lungo di chi non è sul social. Un utente registrato ha, infatti, il 12% di possibilità in meno di perdere la vita rispetto a chi non usa il sito. Ma si tratta di una misurazione troppo secca, avvertono gli studiosi, che potrebbe essere influenzata da fattori economici e sociali fra utilizzatori e non. Andando più a fondo gli esperti hanno rilevato che chi è su Facebook e ha un maggior numero di amici, vive di più rispetto a chi ne ha di meno.  
Ma la longevità sembra essere influenzata soprattutto da quanto nella vita reale queste relazioni si concretizzano e arricchiscono l’esistenza delle persone: nella misurazione è, perciò, stato incluso anche il numero di post e foto pubblicati con persone amiche su Facebook e anche fuori. Ciò che accade sui social network è molto importante, avvertono gli esperti, ma si tratta di uno studio preliminare che dovrà essere approfondito per arrivare a dare delle raccomandazioni generali. 


1
Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!