SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

CEFALEE

 

LE CEFALEE

Responsabile Scientifico Canale Cefalee:
Dr.ssa Sheila Leone - Specialista in Farmacologia
14/10/2016, 16:46

ipertensione arteriosa, decesso, app, monitoraggio,



Per-17-milioni-di-italiani-con-ipertensione-arriva-l’app-per-tenerla-sotto-controllo


 L’ipertensione arteriosa colpisce 17 milioni di italiani, praticamente uno su tre (33% uomini, 31% donne), con conseguenze devastanti: il decesso di 7,5 milioni di persone ogni anno in tutto il mondo.



L’ipertensione arteriosa colpisce 17 milioni di italiani, praticamente uno su tre (33% uomini, 31% donne), con conseguenze devastanti: il decesso di 7,5 milioni di persone ogni anno in tutto il mondo. Fra gli italiani ipertesi solo il 50% sa di esserlo, mentre il 60% dei pazienti non raggiunge target pressori adeguati, nonostante sia in cura da un medico. Il dubbio più comune in questa popolazione di pazienti è se con il trattamento si sia ottenuta una protezione sufficiente, che richiede un’assunzione regolare di farmaci antipertensivi. Per far meglio capire cosa sia l’ipertensione arteriosa facilitandone il controllo, è stata lanciata in Italia e in Europa ESH Care (adottata dall’European Society of Hypertension), una speciale applicazione per smartphone per il monitoraggio individuale della pressione arteriosa e per informare adeguatamente la popolazione su questo importante fattore di rischio.
L’app, di progettazione italiana ma già tradotta in 9 lingue e scaricabile gratuitamente sia per Android sia per Ios, è nata da un’intuizione di Gianfranco Parati, direttore della Divisione di Cardiologia dell’Ospedale S. Luca, Irccs Istituto Auxologico Italiano di Milano e presidente della Società italiana dell’ipertensione arteriosa (SIIA). «Le potenzialità enormi delle nuove tecnologie - precisa l’esperto - possono e devono essere messe al servizio della salute dei singoli pazienti. Da qui l’idea di questa app, intuitiva e di facile utilizzo per chiunque possegga uno smartphone o un tablet, che consente ai pazienti di avere un ruolo attivo nella gestione della propria terapia e contemporaneamente fornisce dati utili al monitoraggio globale della patologia». 
Una novità assoluta, continua Parati - sia perché è la prima creata sotto l’egida di una società scientifica sia perché costituisce un potente strumento educativo, con un’intera sezione dedicata a informazioni aggiornate su cause, sintomi, conseguenze dell’ipertensione e relativi trattamenti. L’ipertensione arteriosa è la principale causa di malattie cardiovascolari, ma nonostante la disponibilità di terapie efficaci per la grande maggioranza dei casi, solo un paziente iperteso su quattro è adeguatamente curato.
«ESH Care - conclude il cardiologo milanese - è l’unica app per smartphone realizzata e validata da una società scientifica che aiuti a controllare la pressione arteriosa e a gestire l’ipertensione. Essa facilita l’intesa fra paziente e medico, e permette di avere un database sia per uso privato dell’utente, sia per uso scientifico (in forma anonima)».


1
Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!