SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

CEFALEE

 

LE CEFALEE

Responsabile Scientifico Canale Cefalee:
Dr.ssa Sheila Leone - Specialista in Farmacologia
07/10/2016, 17:56

acaro, polvere, salute, allergia,



Come-sfrattare-da-casa-l’acaro,-nemico-domestico-dell’uomo-da-300-milioni-di-anni


 È "grande" al massimo un quarto di millimetro. Ma può il minuscolo acaro conquistare il mondo?



È "grande" al massimo un quarto di millimetro. Ma può il minuscolo acaro conquistare il mondo? Ebbene sì, a giudicare dalla sua storia. Questo artropode, che abita la Terra da quasi 300 milioni di anni, ha nel frattempo colonizzato le case a qualsiasi latitudine e continua a proliferare indisturbato nella polvere. Il suo regno? Materassi, tappeti, coperte. Si nutre di desquamazioni umane e animali ed ha due soli nemici: la luce solare e il freddo. Responsabili di allergia alla polvere, vivono circa 3 mesi e in condizioni favorevoli si riproducono facilmente, con le femmine capaci di produrre un uovo al giorno.
L’utilizzo sempre più frequente di tessuti sintetici e lavabili a temperature inferiori a 60 gradi ne ha favorito la proliferazione. Bastano condizioni ottimali di umidità, temperatura e nutrimento per "costringerli" ad invadere camere da letto (materassi, cuscini, coperte e lenzuola, tende e tappeti) e a nascondersi in mobili imbottiti come divani e poltrone, nelle moquette e in ambienti iper riscaldati. A questo punto come arginarli? 
Ecco i consigli degli esperti, appena riunitisi a Milano per la presentazione dell’Osservatorio Home focalizzato sui pazienti con allergia da acaro, per una prevenzione a misura di stanza e di età. Si inizia con la camera da letto. 
Prima regola: cambiare le lenzuola una volta alla settimana; far prendere aria ai letti la mattina; preferire una rete con doghe in legno; evitare piumoni in piuma naturale che hanno nicchie ideali per l’annidamento e difficili da pulire; lavare regolarmente la biancheria da letto, almeno ogni 2 settimane a temperature superiori a 60°C.
Per mettere in sicurezza casa e salotti: passare regolarmente l’aspirapolvere (tutte le settimane) utilizzando sistematicamente materiale specifico (filtro Hepa); pulire i pavimenti e oggetti a rischio; preferire parquet e linoleum alla moquette; lavare tende e cuscini a 60°C. 
Sul fronte del "clima indoor": controllare l’umidità relativa e utilizzare un deumidificatore; mantenere una temperatura ambiente ragionevole, al massimo tra 18 e 20°C, in particolare nelle camere da letto. 
Particolare attenzione va riservata alla prevenzione per la popolazione pediatrica: tenere pochi giocattoli, libri, giornalini e soprammobili vari, tutti oggetti dove si accumula la polvere, e mantenerli il più possibile chiusi in cassetti o armadi; evitare infine i giocattoli di peluche preferendo, invece, quelli di metallo, legno, gomma.


1
Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!