SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

CEFALEE

 

LE CEFALEE

Responsabile Scientifico Canale Cefalee:
Dr.ssa Sheila Leone - Specialista in Farmacologia
23/09/2016, 17:32

arisla, gelati, sla, evento, donazioni, ricerca,



Per-finanziare-la-ricerca-contro-la-SLA-gelati-al-gusto-“arisla”-in-cambio-di-donazioni


 Gelati al gusto "arisla", con menta e scaglie di cocco, in cambio di donazioni a favore della ricerca..



Gelati al gusto "arisla", con menta e scaglie di cocco, in cambio di donazioni a favore della ricerca. Per un mese A Milano, da domani 24 settembre a domenica 23 ottobre, nelle aree esterne di 15 supermercati Carrefour 2 carrettini itineranti speciali - riconoscibili dal logo "Il gusto per la ricerca" - distribuiranno coppette di gelato da ricambiare con una libera donazione. L’iniziativa va a sostegno di Arisla, Fondazione italiana di ricerca sulla Sla, che dal 2009 promuove, coordina e finanzia scienziati impegnati a trovare cure per questa grave malattia degenerativa del sistema nervoso.
L’intero ricavato della raccolta fondi servirà a finanziare il progetto Chronos, lo studio vincitore della Call for Projects 2014 di Arisla, che punta ad ampliare le conoscenze sulla proteina Tdp-43, coinvolta in alcune forme familiari e sporadiche di Sla, e ad aprire nuove prospettive per lo sviluppo di nuovi farmaci per i malati. 
Oggi in Italia sono circa 6 mila le persone che convivono con la Sla, un numero destinato purtroppo a salire: secondo gli esperti entro il 2040 ci sarà un incremento del 32% dei casi, soprattutto tra le donne. Il progetto Chronos è coordinato da Fabian Feiguin, ricercatore all’International Centre for Genetic engineering and biotechnology di Trieste.
«Grazie a chi crede nel valore della ricerca e nel lavoro dei ricercatori - ricorda Alberto Fontana presidente di Arisla - la Fondazione Arisla è riuscita a investire finore oltre 9,7 milioni di euro, ad attivare 56 progetti di ricerca di base, traslazionale, clinica e tecnologica, sostenendo circa 105 gruppi di ricerca su tutto il territorio nazionale. L’incontro tra chi fa ricerca e chi la sostiene è la strada che può portare a compiere sempre più passi in avanti nella conoscenza della malattia».


1
Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!