SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

CEFALEE

 

LE CEFALEE

Responsabile Scientifico Canale Cefalee:
Dr.ssa Sheila Leone - Specialista in Farmacologia
16/09/2016, 14:54

alimentazione sana, centrifugati di frutta, salute, vitamine,



Centrifughe-di-frutta,-un-pieno-di-energia-a-patto-di-aggiungere-anche-verdura-


 Per una ricarica energetica di alta qualità ricca di minerali, vitamine, enzimi, ma senza esagerare con gli zuccheri e rinunciare al gusto non c’è niente di meglio delle centrifughe di frutta e verdura.



Per una ricarica energetica di alta qualità ricca di minerali, vitamine, enzimi, ma senza esagerare con gli zuccheri e rinunciare al gusto non c’è niente di meglio delle centrifughe di frutta e verdura. «Si tratta di un modo ottimo per bere sano assumendo prodotti freschi e salutari, senza conservanti e, grazie all’aggiunta di verdura, con un basso indice glicemico», spiega il medico nutrizionista Anna D’Eugenio, che promuove a pieni voti la moda, sempre più diffusa in città come in vacanza, di queste bevande.
«La centrifuga è perfetta per ricaricarsi soprattutto d’estate, a patto che si aggiunga sempre una verdura alla frutta», per riequilibrare sul piano glicemico il succo che non contiene più fibre, naturali rallentatori dell’assorbimento dello zucchero, eliminate nel processo di estrazione. «Ma ancora meglio è l’estratto - precisa l’esperta - il cui meccanismo di preparazione, più lento e a bassa temperatura, conserva un po’ di più le sostanze nutritive. Ma la centrifuga, considerando che ha costi più bassi, va benissimo».
E’ un tipo di "merenda" adatto praticamente a tutti. Qualche accortezza è necessaria per le persone con patologie gastriche, cui è sconsigliato assumere solo liquidi. In questi casi si possono bere questi succhi a colazione, accompagnati da pane e olio, o in alternativa pane e marmellata o ancora fette biscottate. Insomma alimenti secchi e non troppo zuccherini. Più attenzione agli ingredienti va posta da chi ha problemi glicemici: «Per controllare il contenuto di zucchero meglio associare due verdure e un solo frutto. Si può usare la mela o il kiwi o ancora la pesca da centrifugare insieme, per esempio, a cavolo cappuccio e zucchina, o carota e zucchina o ancora cavolo cappuccio e carota». Per chi, invece, ha problemi di colite o diverticoli «l’estratto o la centrifuga sono ideali perché, eliminando le fibre che favoriscono l’infiammazione, consentono di assumere senza controindicazioni vitamine, sali minerali ed enzimi».
Per preparare il proprio succo ideale le regole sono poche: da evitare gli estratti di sola frutta, il cui contenuto zuccherino è più elevato. Se si vuole approfittare dell’azione curativa dell’associazione di frutta e verdura è utile utilizzare pochi ingredienti in modo da fornire all’organismo un’informazione semplice, facile da codificare. Vanno scelte, poi, le associazioni giuste: ingredienti jolly, che possono essere usati in tutte le ricette, sono un po’ di limone, anche una fetta, come antiossidante e lo zenzero come digestivo, antiossidante o anche per il solo gusto piccante.
Tutte le centrifughe e gli estratti, spiega l’esperta, sono diuretici in quanto contengono potassio e poco sodio. «Ma si ottiene un più deciso effetto drenante mettendo insieme, per esempio ananas cetriolo e pesca, oppure uva, cavolo cappuccio e frutti di bosco che è anche una bevanda molto tonica. Molto energizzante l’associazione di pompelmo, cavolo cappuccio e prugna. Un perfetto antinvecchiamento si ottiene con melograno, limone e rapa rossa, mentre per favorire l’abbronzatura il classico mela-carota-zenzero. Più ricca, invece, la centrifuga di melone-pompelmo-cetriolo-pesca - continua la D’Eugenio - che può essere utilizzata anche dalle persone abituate a saltare il pranzo, anche se non è un’idea molto sana e la sconsiglio. In questi casi è necessario bere almeno 250 mL di centrifuga e non avere problemi di glicemia, altrimenti dopo 2 ore l’organismo dà segni di malessere».
«Chi è a dieta - conclude infine la nutrizionista - può fare uno spuntino con una centrifuga tranquillamente a patto di utilizzare due verdure (cavolo cappuccio, carota, zucchina, cetriolo) e un frutto (mela, kiwi, pesca). Mentre per i bambini va bene una centrifuga più dolce a base di albicocche-carota, kiwi-rapa rossa. Ma va associata con una fetta di pane e marmellata, oppure miele o pomodoro. Niente dolci in modo assoluto, perché la centrifuga seppure sana contiene comunque zuccheri».



1
Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!