SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

CEFALEE

 

LE CEFALEE

Responsabile Scientifico Canale Cefalee:
Dr.ssa Sheila Leone - Specialista in Farmacologia
08/07/2016, 17:44

parkinson, telemedicina, neurologia, salute,



Parkinson,-arriva-la-riabilitazione-a-distanza-grazie-alla-telemedicina


 Da domani la riabilitazione a distanza per i pazienti con Parkinson si farà a domicilio grazie alla telemedicina.



Da domani la riabilitazione a distanza per i pazienti con Parkinson si farà a domicilio grazie alla telemedicina. È questo l’obiettivo del progetto di ricerca TelePark messo a punto dall’Irccs Maugeri di Veruno. «Nel paziente parkinsoniano, - spiega Fabrizio Pisano, direttore dell’UO Neurologia riabilitativa dell’Istituto scientifico in provincia di Novara - oltre a un’idonea terapia farmacologico personalizzato, è fondamentale un adeguato trattamento riabilitativo che, attraverso l’esercizio fisico specifico e l’attività aerobica, influenza positivamente la qualità di vita del paziente e le sue capacità funzionali. Una riabilitazione intensiva, secondo l’esperto, che andrebbe effettuata in tutti gli stadi di malattia, ma soprattutto in quelli più precoci quando la plasticità cerebrale offre più ampi margini di riserve motorie e cognitive. «Purtroppo - sottolinea il neurologo novarese - le competenze motorie acquisite durante la fase di trattamento riabilitativo intensivo, effettuate in regime di ricovero, tendono spesso a regredire se non supportate dalla continuità assistenziale». Per questo Pisano e la sua équipe hanno individuato un set di esercizi che i pazienti fanno a casa propria per 2 giorni la settimana, monitorati a distanza da fisioterapista, infermiera e medici. Per i restanti 3 giorni della settimana i pazienti eseguono 30 minuti di esercizio aerobico su cyclette con un’intensità di allenamento personalizzata in base al test cardiopolmonare di ciascun paziente. Le cyclette, tutte con accesso facilitato, vengono consegnate direttamente a domicilio e saranno messe a disposizione dei pazienti grazie ai fondi relativi al progetto. TelePark consiste in uno studio pilota, che coinvolgerà 30 parkinsoniani tra i 40 e gli 80 anni per un periodo di 3 mesi, in cui un gruppo potrà svolgere il protocollo previsto in regime di telesorveglianza, mentre l’altro gruppo di controllo effettuerà le stesse attività, ma senza la possibilità di interagire con i medici, salvo che per motivi di urgenza. Il progetto prevede anche il controllo psicologico da parte di un gruppo di psicologi che misureranno lo stato ansioso-depressivo che accompagna la malattia e il carico di stress che inevitabilmente ricade sul famigliare/caregiver. Durante il protocollo di studio anche i famigliari dei pazienti telemonitorati interagiranno con gli operatori del centro di controllo dell’Istituto di Veruno in videoconferenza. Tutti e 30 i pazienti saranno dotati di sensori applicati al braccio, in grado di fornire utili informazioni quali dispendio energetico, numero di passi effettuati, durata del sonno, ecc. Solo i pazienti telemonitorati, invece, saranno forniti di un elettrocardiografo portatile monotraccia con il compito di trasmettere il tracciato Ecg tramite linea telefonica solo in caso di disturbi cardiaci. «I risultati ai quali puntiamo - conclude Pisano - sono la misurazione della qualità di vita del paziente, il miglioramento del cammino e dell’equilibrio e in generale delle varie competenze motorie e psicologiche, attraverso la somministrazione di scale cliniche validate scientificamente cui tutti i partecipanti dovranno sottoporsi all’inizio dello studio e al termine dei 3 mesi di trattamento».


1
Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!