SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

CEFALEE

 

LE CEFALEE

Responsabile Scientifico Canale Cefalee:
Dr.ssa Sheila Leone - Specialista in Farmacologia
17/06/2016, 18:01

obesit, miniscosse, cervello, stimolazione magnetica transcranica profonda, peso, fame edonica,



Contro-l’obesità-“edonica”-efficace-la-stimolazione-magnetica-transcranica-profonda


 Miniscosse al cervello per ridurre il desiderio incontrollabile di cibo e perdere peso, aiutando le persone obese a dimagrire.



Miniscosse al cervello per ridurre il desiderio incontrollabile di cibo e perdere peso, aiutando le persone obese a dimagrire. A scoprirlo prima al mondo è una ricerca italiana sulla stimolazione magnetica transcranica profonda contro la malattia dei chili di troppo. Lo studio, presentato al Congresso 2016 dell’American diabetes association (Ada) di New Orleans, porta la firma del team di Livio Luzi, responsabile dell’Unità di endocrinologia e malattie metaboliche dell’Irccs Policlinico San Donato nell’hinterland milanese. La stimolazione magnetica transcranica profonda è una tecnica non invasiva di stimolazione elettromagnetica a differenti regioni del cervello attraverso una sorta di casco leggero indossato dal paziente. Attualmente viene utilizzata in ambito neurologico e neuropsichiatrico, per la terapia di emicranie resistenti ai trattamenti farmacologici, depressioni maggiori, dipendenze e alcuni disturbi motori. 
Lo studio ha coinvolto 16 pazienti obesi dai 22 ai 68 anni, con indice di massa corporea (BMI) compreso tra 30 e 45. Il trattamento consiste in 15 sessioni di stimolazione magnetica transcranica profonda (3 sessioni settimanali per 5 settimane, seguite da 4 settimane aggiuntive), che hanno prodotto un miglioramento significativo dei parametri metabolici (glucosio e colesterolo) e un’importante perdita di peso (-6%). 
«Sappiamo che esistono due tipi di fame - spiega Luzi - quella "metabolica" che percepiamo quando siamo digiuni da molte ore e sentiamo il familiare calo di zuccheri, e quella "edonica". La fame metabolica è regolata dall’ipotalamo, relegato profondamente all’interno del cervello, che non raggiungiamo con la stimolazione magnetica transcranica. Con questa tecnica arriviamo però al lobo prefrontale della corteccia cerebrale che regola la cosiddetta fame edonica, quella che sperimentiamo quando desideriamo ardentemente un cibo che ci gratifica e soddisfa anche a livello emotivo. La fame edonica è la fame cruciale da controllare nei soggetti obesi, per ridurre la voglia di cibo e modulare il senso di gratificazione e ricompensa collegato al suo consumo». 
Risultati, aggiunge lo specialista, che aprono la via a un utilizzo su larga scala di questo dispositivo sicuro, ben tollerato e non invasivo per la terapia dell’obesità, anche se dovrà essere valutato comparativamente con i trattamenti convenzionali contro l’obesità, sia farmacologici sia chirurgici (chirurgia bariatrica). Lo studio, finanziato dal ministero della Salute, avrà un seguito nei prossimi mesi con ulteriori indagini per la valutazione dell’efficacia del trattamento a lungo termine (oltre i 6 mesi).



1
Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!