SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

CEFALEE

 

LE CEFALEE

Responsabile Scientifico Canale Cefalee:
Dr.ssa Sheila Leone - Specialista in Farmacologia
03/06/2016, 11:05

sclerosi multipla, sintomi, dieta, alimentazione,



Sclerosi-multipla,-come-ridurre-i-sintomi-con-la-dieta-speciale-che-imita-il-digiuno


 Ridurre i sintomi della sclerosi multipla con una dieta che mima il digiuno, grazie ad un cocktail speciale di nutrienti in grado di ridurre l’apporto calorico giornaliero fino...



Una dieta che assomiglia al digiuno, ma che digiuno non è. Grazie ad un cocktail speciale di nutrienti in grado di ridurre l’apporto calorico giornaliero fino a dimezzarlo per un ciclo limitato di giorni. A confermare le doti della dieta che mima il digiuno (DMD) messa a punto da un gruppo di ricercatori, fra cui l’italiano Valter Longo, sulla sclerosi multipla (SM) è uno studio pubblicato sulla rivista Cell Reports, condotto sia su modelli animali sia su malati con SM, dal quale emergerebbe la capacità della dieta DMD di indurre nelle cellule un processo chiave per la riparazione corporea, riducendo i sintomi della malattia che colpisce oggi quasi 100 mila italiani.«Durante la dieta che imita il digiuno - spiega Valter Longo, direttore del Longevity Institute all’University of Southern California di Los Angeles del programma di Longevità e cancro all’Istituto Firc di oncologia molecolare di Milano - il paziente produce cortisone dando inizio alla soppressione di cellule autoimmuni. Un processo che stimola anche la  la produzione di nuove cellule immunitarie e del sistema nervoso».
Tali scoperte derivano da studi precedenti dello stesso laboratorio che hanno dimostrato come cicli di una dieta che mima il digiuno, associata a un trattamento farmacologico anticancro, erano in grado di proteggere le cellule normali indebolendo quelle del tumore. In un altro studio pubblicato lo scorso anno, i ricercatori avevano dimostrato anche che la dieta è in grado di ridurre il grasso addominale viscerale e i marcatori dell’invecchiamento e delle malattie sia nei topi sia negli esseri umani.


1
Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!