SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

CEFALEE

 

LE CEFALEE

Responsabile Scientifico Canale Cefalee:
Dr.ssa Sheila Leone - Specialista in Farmacologia
31/05/2016, 18:51

alimentazione, studenti, cibi da asporto, cibi biologici,



Studenti-universitari-fuori-sede,-a-tavola-dettano-legge-cibi-da-asporto-e-bevande-alcoliche


 Trascurano la tavola gli studenti universitari fuori sede, sempre più abituati a happy hours, apericene e pasti take-away.



Trascurano la tavola gli studenti universitari fuori sede, sempre più abituati a happy hours, apericene e pasti take-away. Ma ci sono ampi spazi di miglioramento, fin dalla colazione del mattino, per una corretta alimentazione. È quanto emerge da una delle prime indagini sulle abitudini alimentari di studenti fuori sede tra i 19 e i 27 anni condotte in Italia dalla Fondazione Istituto Danone (FID), in collaborazione con l’Università Cattolica del Sacro Cuore e l’Università di Pavia. 
«I giovani studenti che affrontano per la prima volta il problema della loro alimentazione possono incorrere nel rischio di cattive abitudini», spiega Lorenzo Morelli, presidente della Fondazione e preside della facoltà di Scienze agrarie, alimentari e ambientali dell’Università Cattolica del Sacro Cuore. «Abbiamo così voluto focalizzare la nostra attenzione su una fascia della popolazione fino ad oggi poco studiata, ma di rilevante interesse: sensibilizzare i giovani e informarli sul ruolo della nutrizione e degli stili di vita è uno degli obiettivi storici della Fondazione, che per 25 anni ha offerto informazione e formazione in ambito nutrizionale e si propone di continuare a farlo nel futuro».
Quasi il 10% degli intervistati salta il pasto più importante della giornata, la colazione. E, tra quelli che la fanno, solo una minoranza privilegia gli alimenti più salutari come yogurt (23%), cereali (circa 31%) e succhi di frutta (30%). Per lo spuntino, mentre i più virtuosi prediligono la frutta (30%), molti si limitano a consumare quello che trovano al momento (17,5%). 
A pranzo il 73% dei fuori sede, che proviene per lo più dal Sud, predilige la "schiscia", ma quasi la metà non rinuncia a ricevere, almeno una volta al mese, cibo da casa: una sorta di "contaminazione" della tradizione del Nord con quella delle culture regionali di origine. Per la cena oltre il 60% del campione ricorre al take away almeno una volta la settimana: pizza e kebab sono gli alimenti più ordinati. Il 74% non rinuncia all’happy hour con gli amici almeno una volta la settimana (51%). Più del 70% beve alcol nel weekend e quasi il 35% lo fa anche in settimana, sia durante sia dopo i pasti. I fumatori sono pochi (29%), ma assidui: i più accaniti confessano di superare senza difficoltà 5 sigarette al giorno. 
Di converso risulta in crescita il trend dei cibi biologici (24%) e integrali (33%). Oltre il 70% dichiara di aver cambiato le proprie abitudini a tavola diventando studente fuori sede: l’alimento più facilmente eliminato dalla dieta risulta essere il pesce (19,5%), soprattutto per ragioni di budget, che incidono anche sui comportamenti d’acquisto: 4 su 10 confessano che è il portafoglio a guidare le scelte e a spingerli verso i prodotti in offerta al supermercato. 
Significativa la poca informazione sulle allergie alimentari: il 16% degli intervistati dichiara di essere allergico ad alcuni alimenti come latticini o frutta, ma la maggior parte di loro (36%) non sa quale test allergologico abbia fatto per scoprirlo o magari non ne ha nemmeno fatto uno.



1
Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!