SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

CEFALEE

 

LE CEFALEE

Responsabile Scientifico Canale Cefalee:
Dr.ssa Sheila Leone - Specialista in Farmacologia
20/05/2016, 11:05

sport, cancro, prevenzione, tumore, attivit fisica,



Oncologia,-grazie-all’attività-fisica-si-riducono-i-rischi-per-13-forme-diverse-di-cancro-


 Alti livelli di attività fisica nel tempo libero sembrano allontanare i rischi per ben 13 tipi diversi di cancro.



Alti livelli di attività fisica nel tempo libero sembrano allontanare i rischi per ben 13 tipi diversi di cancro. A confermarlo è uno studio appena pubblicato su Jama Internal Medicine, condotto da Steven Moore del National Cancer Institute di Bethesda in Maryland che, insieme ai colleghi, ha analizzato i dati di 12 studi sull’attività fisica (auto-riferita) condotti negli Stati Uniti e in Europa tra il 1987 e il 2004, valutando poi la correlazione tra movimento fisico e incidenza di 26 tipi diversi di cancro. In totale sono stati presi in esame circa un milione e mezzo di persone e 186.932 casi di tumori.
Quello che emerge è che livelli più elevati di sport, indipendentemente dal peso corporeo e dall’eventuale storia di tabagismo, sono associati a minori rischi per 13 dei 26 tumori presi in esame: adenocarcinoma esofageo (-42%); fegato (-27%); polmone (-26%); rene (-23%); stomaco (-22%); endometrio (-21%); leucemia mieloide (-20%); mieloma (-17%); colon (-16%); testa e collo (-15%), retto (-13%); vescica (-13%); mammella (-10%). In generale, un più alto livello di attività fisica è associato a un rischio inferiore (-7%) di cancro. L’attività fisica è stata però associata ad un rischio più elevato (+5%) di cancro alla prostata e di melanoma maligno (+27%) nelle aree degli Stati Uniti più esposte a radiazioni UV, ma non in quelle con livelli più bassi.
Non è possibile escludere del tutto la possibilità che dieta, fumo e altri fattori possano influenzare i risultati, concludono i ricercatori, ma i risultati supportano l’idea che l’attività fisica rappresenti un fattore chiave per la prevenzione del cancro.



1
Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!