SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

CEFALEE

 

LE CEFALEE

Responsabile Scientifico Canale Cefalee:
Dr.ssa Sheila Leone - Specialista in Farmacologia
06/05/2016, 12:00

bicicletta, salute, ambiente, benessere,



Sbarca-in-Italia-a-Desenzano-del-Garda-la-rete-mondiale-degli-scienziati-per-la-bicicletta


 La salute vien pedalando. E i benefici delle 2 ruote per il benessere delle persone e dell’ambiente diventano materia di ricerca grazie...



La salute vien pedalando. E i benefici delle 2 ruote per il benessere delle persone e dell’ambiente diventano materia di ricerca grazie alla rete Scientists for Cycling (S4C), una rete scientifica interdisciplinare già presente in 28 paesi del mondo, che raggruppa una novantina di ricercatori e ora sbarca anche in Italia. Gli "Scienziati per la bicicletta" si presenteranno al grande pubblico durante la 3 giorni del "Colnago Cycling Festival 2016", al via venerdì 6 maggio a Desenzano del Garda in provincia di Brescia. L’evento, giunto alla sesta edizione, riunirà rappresentanti del mondo universitario, Cnr, Oms, oltre a esperti di divulgazione scientifica, professionisti e amatori del pedale.
In agenda i numerosi legami fra scienza e 2 ruote: dai nuovi materiali alle città a misura di ciclista, dai vantaggi per la salute alle nuove iniziative di monitoraggio ambientale.
A vantare il contributo più numeroso all’iniziativa è la Germania con 11 ricercatori, seguita da Belgio, Olanda e Danimarca; ma la rete si estende fino a Cile, Stati Uniti, Cina, Nuova Zelanda, Tailandia, Taiwan e Sudafrica. 
Insomma, tanti cervelli sparsi per il mondo al servizio di una ricerca di base e applicata che favorisca consolidamento e innovazione nell’uso della bicicletta. Grazie al gruppo di lavoro, coordinato da Maurizio Tira dell’Università di Brescia, e alla Federazione italiana amici della bicicletta (Fiab), anche prestigiosi scienziati italiani si sono aggiunti alla rete europea per promuovere in Italia l’attività di ricerca sul mondo variegato delle 2 ruote.
Il sito web ScienzainRete, media partner dell’iniziativa, darà voce ai cervelli italiani interessati a fare rete intorno agli studi di ingegneria, urbanistica, ecologia e salute connessi all’uso della bicicletta, sia turistico sia sportivo. Tra questi i ricercatori del Cnr, che presenteranno in anteprima la "bicistaffetta scientifica" da Mantova alla Laguna di Venezia passando per il lago di Garda, con l’obiettivo di monitorare la qualità ambientale di alcuni ecosistemi della rete nazionale Long term ecological research (LTER), un network mondiale di aree naturali che conta 25 siti in Italia e 400 in tutta Europa.



1
Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!