SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

CEFALEE

 

LE CEFALEE

Responsabile Scientifico Canale Cefalee:
Dr.ssa Sheila Leone - Specialista in Farmacologia
25/03/2016, 10:36

allergia, polline, fiori, primavera, antistaminico,



Il-decalogo-antipolline


 I pollini entrano in contatto con la mucosa nasale dove vengono "distrutti" esternamente e sono capaci di scatenare l’allergia a contatto con il sistema immunitario.
















I pollini sono elementi maschili delle piante con il compito di fecondare gli ovuli, cioè le componenti femminili dei vegetali della stessa specie. Di dimensioni variabili da 5 a 200 µm, cioè millesimi di millimetro, una volta inspirati i pollini entrano in contatto con la mucosa nasale dove vengono "distrutti" esternamente, liberando le proteine del loro involucro capaci di scatenare l’allergia a contatto con il sistema immunitario. 
Ecco le 10 regole per prevenire un’eventuale reazione allergica:nn 

  1. Consultate regolarmente le informazioni sui pollini presenti nell’aria della propria località di residenza.
  2. Evitate gite o passeggiate in campagna nel periodo di fioritura delle piante nocive.
  3. Non sdraiatevi sui prati e non rimanete in vicinanza di luoghi in cui è stata tagliata da poco l’erba.
  4. Soggiornate in località marine nei periodi di rischio, rimanendo all’esterno quando spira il vento di mare che non trasporta pollini.
  5. Se siete allergici alla parietaria, fate un periodo di riposo in montagna. Sopra i mille metri la pianta non cresce.
  6. Non viaggiate in auto o in treno con i finestrini aperti. C’è il rischio che l’abitacolo o lo scompartimento diventino vere e proprie "trappole" per i pollini. Se usate l’aria condizionata adottate un filtro antipolline.
  7. Non fate sport all’aperto, ed evitate di uscire nelle ore centrali della giornata quando la concentrazione dei pollini è massima, specie se fa caldo e c’è vento, a maggior ragione se vivete in città dove sono più elevati i livelli di inquinamento. Cercate di proteggere gli occhi, il naso e la bocca indossando occhiali da sole e una sciarpa leggera.
  8. Non aprite la finestre nelle ore più calde, e aerate le stanze di notte.
  9. Riducete al minimo il contatto con la polvere e le sostanze irritanti, che possono irritare la mucosa delle vie respiratorie, scatenando i fastidi.
  10. In ufficio o in casa usate condizionatori d’aria o generatori di anioni, che abbassano la concentrazione di pollini.



1
Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!