SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

CEFALEE

 

LE CEFALEE

Responsabile Scientifico Canale Cefalee:
Dr.ssa Sheila Leone - Specialista in Farmacologia
12/02/2016, 13:06

tumori, neoplasie, screening, incidenza, seno, prostata,



Aumentano-i-tumori-in-Italia-rispetto-a-media-europea


 È aumentato nel 2014 il tasso d’incidenza dei tumori in Italia, che segna +4,7% rispetto alla media Ue.



È aumentato nel 2014 il tasso d’incidenza dei tumori in Italia, che segna +4,7% rispetto alla media Ue. Schizza a +23% l’incidenza del tumore al seno nelle donne, mentre negli uomini il tumore della prostata evidenzia una flessione (-2,8%) rispetto alla media europea. Sono solo alcuni dei dati contenuti nel Compendio "Sic Sanità in cifre 2014" Federanziani presentato nei giorni scorsi al Ministero della Salute. 
Secondo il rapporto in Italia nel 2012, a fronte di oltre 3,7 milioni di prestazioni specialistiche ambulatoriali oncologiche (+16,8% rispetto al 2011), il 41,9% degli intervistati over 65 ha dichiarato una diagnosi di tumore in famiglia nel corso della vita, mentre il 14,4% del campione convive con una pregressa diagnosi di tumore.
L’opzione terapeutica più diffusa alla quale si è sottoposto campione è stato l’intervento chirurgico con una frequenza del 59,2%. Inoltre, in 13 regioni su 21 le attività di screening di primo livello per cervice uterina, mammella e colon-retto risultano inadeguati. «Un dato, questo delle patologie neoplastiche superiore alla media Ue, - afferma Roberto Messina, presidente Senior Italia Federanziani - che deve far riflettere le Istituzioni nazionali e regionali sulla necessità di investire ancora di più per prevenzione e screening, sui quali alcune Regioni non sono in linea con gli obiettivi preposti. Anche le associazioni di pazienti possono fare molto, promuovendo iniziative volte ad accrescere la consapevolezza dei cittadini-pazienti sui corretti stili di vita e sulle sane abitudini quotidiane».



1
Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!