SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

CEFALEE

 

LE CEFALEE

Responsabile Scientifico Canale Cefalee:
Dr.ssa Sheila Leone - Specialista in Farmacologia
05/02/2016, 13:28

emangioma, infantile, pelle, salute,



Emangioma-infantile,-un-termine-utilizzato-spesso-impropriamente-dagli-addetti-ai-lavori-


 Colpisce quasi 23 mila bambini italiani ogni anno l’emangioma infantile, il più comune tumore benigno pediatrico che nella maggior parte dei casi regredisce spontaneamente, e solo nel 10% richiede il trattamento della lesione in grado altrimenti di d



Colpisce quasi 23 mila bambini italiani ogni anno l’emangioma infantile, il più comune tumore benigno pediatrico che nella maggior parte dei casi regredisce spontaneamente, e solo nel 10% richiede il trattamento della lesione in grado altrimenti di determinare complicanze cliniche, estetiche e psicologiche anche severe. Ma, nonostante questo, il termine "emangioma" viene utilizzato in modo scorretto in oltre il 75% delle pubblicazioni scientifiche che se ne occupano. A rivelarlo è un’indagine dell’Università di Harvard, pubblicata sul Plastic and Reconstructive Surgery Journal, dal quale emerge pure che il 20% di tali pazienti hanno un rischio più elevato di ricevere un trattamento inappropriato rispetto ai pazienti con una diagnosi "corretta" secondo i criteri della Società internazionale per lo studio delle anomalie vascolari (Issva).
«Inoltre il 75% casi presi in esame dallo studio, la parola "emangioma" è stata usata in modo sbagliato», conferma Pietro Dalmonte, responsabile dell’UOSD Centro angiomi dell’Istituto pediatrico Gaslini di Genova e past president della Società italiana per lo studio delle anomalie vascolari (Sisav). «Gli errori diagnostici, 7 ogni 10 pazienti, hanno generato in seconda battuta errori terapeutici nel 20% dei casi, mentre in tutti i casi in cui il termine è stato utilizzato in modo corretto gli emangiomi sono stati trattati in modo appropriato».

«Anche in Italia - continua il clinico genovese - il mondo delle anomalie vascolari è ancora poco conosciuto e vi è confusione sui termini di "emangioma infantile" e "malformazione vascolare", patologie troppo spesso indicate entrambe con il termine generico di angioma. Purtroppo, queste patologie non sono materia di insegnamento nei corsi di laurea e la mancanza di uniformità nelle classificazioni diffuse genera definizioni improprie. Tutti i professionisti che si occupano di queste patologie in Italia dovrebbero utilizzare la stessa nomenclatura, la medesima classificazione e gli stessi protocolli operativi, perché in questo modo si può ridurre il margine di errore, gli esami inutili e soprattutto i trattamenti terapeutici inappropriati ai quali vengono sottoposti i piccoli pazienti».
Il prossimo obiettivo Sisav è quello di favorire lo sviluppo di una rete nazionale di centri multidisciplinari dedicati a tali patologie. «È importante - conclude Dalmonte - che questa rete sia ben distribuita su tutto il territorio nazionale, facendo sistema tra i centri e seguendo i medesimi protocolli operativi».
Per maggiori informazioni sulla Sisav e sulle Linee guida italiane: http://www.sisav.eu/.


1
Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!