SALUTE CHE FARE | Testata Giornalistica on-line

Numero di iscrizione al Registro Stampa 12/2015
Registrata con Ordinanza del 10 Giugno 2015 dal Tribunale di Modena
 
{
salute-che-fare-educami-home

Benvenuto su

SALUTE CHE FARE!

La salute è caratterizzata non solo dall’assenza di malattia,  ma anche da un equilibrio dinamico di benessere fisico, emotivo, sociale e intellettuale. Nutrizione e corretta educazione alimentare sono quindi basi fondamentali di questa armonia.

Progetto realizzato da MediaSalus Srl 

Via Che Guevara, 7/a - 41122 Modena - Tel. 059-8637125 - e-mail info@salutechefare.it - P.Iva 03535570364
 
salute-che-fare
area-riservata-farmacie-salute-che-fare

CEFALEE

 

LE CEFALEE

Responsabile Scientifico Canale Cefalee:
Dr.ssa Sheila Leone - Specialista in Farmacologia
22/01/2016, 13:59

cioccolato, cani, gatti, morte, tachicardia, disturbi gastrointestinali,



Attenzione-al-cioccolato-che-rischia-di-essere-letale-per-gli-amici-a-quattro-zampe


 Il cioccolato è un alimento pericoloso per i cani, persino letale, che contiene una sostanza chiamata teobromina con proprietà simili a quelle della caffeina...



Per quanto buono il cioccolato è un alimento pericoloso per i cani, persino letale. A spiegarlo sono gli esperti dell’American Chemical Society, che a scopo informativo hanno postato in rete anche un video all’indirizzo https://youtu.be/X86co4E1NvE.
Il cioccolato, avvertono gli esperti, contiene una sostanza chiamata teobromina con proprietà simili a quelle della caffeina: bloccare i recettori cerebrali che regolano il ritmo sonno-veglia e, anche a basse dosi, aumentare il battito cardiaco e l’apporto di ossigeno al cervello stesso. Ma i cani non sono in grado di metabolizzare la teobromina, che dunque manifesta i suoi effetti più a lungo danneggiando il sistema nervoso. Fra i principali sintomi di intossicazione, per la comparsa dei quali sono necessari anche 12 ore, vanno ricordati l’innalzamento della temperatura corporea, i disturbi gastrointestinali, la respirazione accelerata e l’aumento del battito cardiaco (tachicardia). «La quantità tollerabile di teobromina per il cane - aggiungono gli esperti Usa - è circa 3 volte inferiore a quella dell’uomo. Da notare che il cioccolato al latte ne contiene meno (0,02%), mentre quello fondente molto di più (1,4%).
Ma il consiglio degli scienziati è di tenere fuori dalla portata degli amici a quattro zampe tavolette e dolci al cioccolato. Per un cane di 20 kg bastano 400 g di cioccolato fondente per avere effetti potenzialmente letali, mentre fino a 2 kg di cioccolato al latte possono non avere conseguenze. Si tratta, in ogni caso, di quantità massime dall’effetto letale per l’animale, soprattutto se di piccola taglia. Anche per i gatti i rischi sono gli stessi, ma non possedendo i felini il gusto del dolce, non sono ghiotti di cioccolato.



1
Create a website


Registrati Gratuitamente

È IMPORTANTE SAPERE CHE:

La registrazione è necessaria per accedere ai servizi esclusivi di Salute Che Fare e per ricevere BUONI SCONTO sui prodotti e consulenze nutrizionali dalla tua farmacia di zona!